Trasporti in Umbria: nuovi treni e autobus, spesa per 221 milioni di euro

La Regione sta trattando con Busitalia e Trenitalia: arriveranno quattro nuovi convogli ferroviari e decine di pullman

Per l’acquisto di nuovo treni e autobus per il trasporto umbro sul piatto sono stati messi 221 milioni di euro. La Regione è tuttora in trattativa con Trenitalia e Busitalia, nel quadro dell’estensione del contratto di servizio, 10 anni +5. E l’assessore ai Trasporti, Giuseppe Chianella, venerdì scorso ha parlato dell’acquisto dei nuovi mezzi.

“Insieme ad altre tre o quattro regioni in Italia stiamo trattando con le aziende del ferro l’estensione del contratto di servizio e, in questo ambito, per il rinnovo totale del materiale rotabile. Si tratta di 186 milioni di euro per Trenitalia e 35 per Busitalia”. Dovrebbero essere quattro i nuovi treni a disposizione, oltre ai Minuetto finora mai utilizzati, e alcune decine di autobus.

“Ho i depliant dei treni e devo dire che sono davvero eccezionali. Si tratterebbe di un rinnovo quasi dell’intera flotta”. Con il Governo, la Regione Umbria sta parlando anche dell’abbattimento delle barriere architettoniche, con una spesa di 180 milioni per tutta Italia.

Non si poteva non parlare pure del Frecciarossa che da febbraio partirà da Perugia: “Invito a non fare proposte strampalate. La novità non penalizza il sud dell’Umbria, ma offre a tutti un’importante opportunità. Non c’è una regione a due velocità. Purtroppo, c’è un’Umbria intera che, per ragioni storiche, non dispone di collegamenti ferroviari efficienti, soprattutto in relazione all’alta velocità”.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.