Terremoto in Umbria: Protezione civile, assistenza proseguirà per tutti

"Per nessuno sarà disposto l'abbandono dell'hotel in assenza della concessione della casetta o dell'uso del contributo previsto"

Con una nota, la Protezione civile regionale dell’Umbria ha rassicurato tutti i cittadini che hanno trovato una sistemazione in albergo dopo il terremoto: “Per nessuno sarà disposto l’abbandono della sistemazione alberghiera in assenza della concessione di una casetta o meglio di una soluzione abitativa di emergenza, o dell’utilizzo del contributo per l’autonoma sistemazione. E comunque, a tutti è e continuerà a essere garantito il diritto all’assistenza”.

Continua la nota: “Nessuna beffa nei confronti dei cittadini terremotati. Anzi, ciò che appare evidente è che da parte di alcuni organi di informazione si utilizzino le dolorose vicende dei cittadini terremotati per un’azione di informazione improntata a mero sensazionalismo, senza alcun rispetto della verità dei fatti. Per garantire la continuità nelle forme di assistenza, dunque, non usciranno dagli alberghi i cittadini che hanno diritto alla SAE fino alla consegna delle stesse”.

E poi, “per gli altri, la permanenza in albergo è possibile fino al 31 gennaio 2018, come stabilito dal Comitato istituzionale dell’11 dicembre 2017. Nel caso in cui, però, i lavori di riparazione dell’edificio danneggiato con danno lieve risultino iniziati entro il 31 dicembre 2017, è prevista un’ulteriore proroga e quindi la permanenza in hotel fino al 31 marzo 2018”.

I soggetti che dovranno, a quella data, lasciare l’albergo non saranno abbandonati, “ma potranno beneficiare del Contributo Autonoma Sistemazione fino all’inagibilità della propria casa, come peraltro accade già da più di un anno per gli oltre 5.500 cittadini che usufruiscono di questa modalità di assistenza”.

Tra chi dovrà lasciare l’hotel entro il 31 gennaio 2018, 109 (50 famiglie) sono al momento negli alberghi di Cascia e Norcia e potranno scegliere il CAS o, in alternativa, di utilizzare i container collettivi.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.