Mercatone Uno di Magione: si apre una speranza

Tra le offerte ricevute dai tre commissari, ce ne sarebbe anche una che comprende lo stabilimento umbro. Intanto, la Cig è stata prorogata

Potrebbe esserci una schiarita sulla situazione del Mercatone Uno di Magione. Si parla infatti di un’offerta d’acquisto che comprende anche il negozio umbro della catena che, al momento, è nelle mani di tre commissari straordinari che sono a caccia di acquirenti dopo il fallimento della vendita in blocco.

In realtà, i termini per presentare un’offerta per i 59 negozi ancora operativi e i 15, tra cui Magione, che hanno chiuso da tempo, sono già scaduti, giovedì 14 alle 18. E sette sarebbero state le offerte vincolanti ricevute “per l’acquisto dei complessi aziendali di Mercatone Uno, provenienti da operatori nazionali e internazionali” hanno spiegato i commissari in una nota. Una di queste proposte sarebbe per più siti, tra i quali anche quello umbro.

Stefano Coen, Ermanno Sgaravato e Vincenzo Tassinari, i tre commissari, nei prossimi giorni vivisezioneranno le offerte, d’accordo con il ministero dello Sviluppo Economico, previo parere del Comitato di sorveglianza: “Valuteremo la migliore offerta e la finalizzazione della cessione dei complessi aziendali nel più breve tempo possibile, nell’intento di garantire continuità aziendale, miglior livello occupazionale e la massima soddisfazione dei creditori”.

Sperano nel lieto fine i 35 lavoratori di Magione, in cassa integrazione. La buona notizia è che è arrivata la proroga agli ammortizzatori sociali. Altri sei mesi almeno, dunque, forse il tempo necessario a chiudere la vendita.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.