Inaugurato a Foligno il Laboratorio Meccatronico

Esperimento unico nel panorama italiano, è stato l'Its Umbria Academy a presentare quella che è una vera e propria azienda

Inaugurato questa mattina a Foligno, da Its Umbria Academy, il Laboratorio Meccatronico (Labomec). Si tratta di un esperimento unico nel panorama italiano, la riproduzione fedele di un’azienda innovativa, ispirata a Industria 4.0, che è completa di progettazione, prototipizzazione, produzione, collaudo e logistica. A risentirne positivamente è naturalmente la didattica.

Il laboratorio è un’occasione per incrementare le possibilità dei giovani di trova un’occupazione, ma è anche il luogo dove orientare formazione e posizionamento futuro verso settori strategici del made in Italy. Il Laboratorio Meccatronico si trova nella zona industriale Paciana, a Foligno, dentro una delle aree con la maggiore presenza di aziende nel territorio umbro, in particolare si tratta di imprese capofila nei comparti aerospazio, automotive e meccanica di precisione.

All’inaugurazione erano presenti Giuseppe Cioffi, presidente Its Umbria; Gabrio Renzacci, presidente Sviluppumbria; Nando Mismetti, sindaco del Comune di Foligno; Sergio Zinni, presidente della Consulta delle Fondazioni delle Casse di Risparmio Umbre; Fabrizio Fratini, dirigente della Camera di Commercio di Perugia; Giovanni Brugnoli, vice presidente Confindustria con delega all’Education; Catiuscia Marini, presidente Regione Umbria; Gabriele Toccafondi, sottosegretario del Miur.

Cioffi: “Oggi è un giorno importante perché per tutti noi è un momento di arrivo e di partenza. Abbiamo l’ambizione di accompagnare le esigenze della nuova rivoluzione industriale in corso, dando ai nostri studenti opportunità di crescita professionale e di impiego”. Its Umbria Academy aveva visto la luce nel 2010, si tratta di un’accademia tecnica ad alta specializzazione, gratuita e post diploma, per creare super tecnici. Effettivamente, i numeri lo confermano: al termine dei corsi, l’80% trova occupazione nel manifatturiero locale, con punte del 100 per cento per chi esce dal corso di Meccatronica.

Catiuscia Marini: “Its è partito come progetto sperimentale, lo abbiamo sostenuto anche negli anni più duri della crisi. Il risultato di oggi è la dimostrazione che con il lavoro di squadra arrivano anche risultati concreti”. Toccafondi: “Dopo 50 anni di totale scollamento tra scuola e sistema produttivo, maggioranza e Governo sono riusciti a far dialogare due mondi, cambiare norme e trovare risorse. In questi 4 anni di lavoro su sistema Its abbiamo aggiustato il tiro anche a livello nazionale e siamo fieri oggi di avere 93 fondazioni, 9 mila iscritti, 370 percorsi e che il tasso di occupazione di diplomati Its sia dell’81%”.

Labomec si sviluppa nelle aree di Progettazione (ufficio tecnico e isole informatiche con pc per la programmazione CAD-CAM, modellazione 3D per l’Additive Manufacturing e simulazione di sistemi CNC), prototipazione, produzione e logistica (macchine a controllo numerico per la fresatura e la tornitura, sistemi industriali di Additive Manufacturing, sistemi di automazione polifunzionali elettro pneumatici, stazioni robotizzate intelligenti, isola didattica robotizzata, isola produttiva 4.0 con braccio robotizzato, sistema automatizzato per la simulazione di un magazzino robotizzato), collaudo (macchine per prove di trazione, flessione e compressione, macchine di misura tridimensionale CMM, sistemi di rilevazione scanner 3D e per il reverse engineering).

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.