Torgiano: tanti gli appuntamenti di ‘Botteghe in luce’

In programma dal 7 dicembre al 6 gennaio. Da non perdere la rievocazione con soldatini di piombo della battaglia del trasimeno e ‘Il corredo della nonna’

Torgiano si accende con ‘Botteghe in luce’, un mese di iniziative (7 dicembre – 6 gennaio) promosso dall’associazione dei commercianti ‘Vivi Torgiano’ per rivitalizzare il centro storico. Concerti, rappresentazioni teatrali, laboratori, mostra di pittura, presentazioni di libri ma non solo.

Tra le iniziative più importanti ‘Il corredo della nonna’, la prima mostra del corredo antico in Umbria, che rappresenta un tuffo nella storia e nella cultura di ieri, per assaporare le radici del territorio. L’inaugurazione domani 7 dicembre alle 18.

Sabato 9 dicembre (ore 16) altro evento eccezionale: la riproduzione con soldatini di piombo della battaglia del Trasimeno, che sarà messa in scena dall’attuale campione italiano (già campione europeo e campione mondiale) della specialità, Massimiliano Martellacci. Un evento che permetterà di capire le mosse con cui Annibale assestò una tremenda sconfitta all’esercito romano, mettendo a rischio la stessa sopravvivenza della Città eterna. Il tutto realizzato con soldatini di piombo, che mostrano le esatte sembianze dei legionari.

‘Botteghe in luce’ è stato finanziato con l’autotassazione dai commercianti del centro storico di Torgiano, con il contributo delle attività artigianali con sedi in altre località che hanno aderito; ha visto la collaborazione dei proprietari di locali del centro storico oggi inutilizzati e ha ricevuto il patrocinio del Comune.

Nel mese di ‘Botteghe in luce’ alcune attività artigianali avranno la possibilità di essere presenti anche con formula di ‘temporary shop’, con l’intento di invogliare le stesse attività ad aprire in modo stabile dei punti a Torgiano.

Laura Proietti

Giornalista professionista, ho lavorato per carta stampata (quotidiani e settimanali), agenzie di stampa e siti internet. Ho esplorato la produzione della notizia in ogni sua sfaccettatura: come reporter e come addetta stampa. Ho spaziato nei settori più diversi: dalla cronaca all’enogastronomia, dalla politica all’economia, con un occhio particolare allo sport.