Ospedale di Perugia: 2 giovani malati di diabete sottoposti a procedura innovativa

L'Asl perugina partecipa al progetto pilota: un sensore sottocutaneo eviterà il rischio di ipoglicemia e migliorerà il controllo metabolico

Da mercoledì 29 novembre, due giovani pazienti affetti da diabete di tipo 1, grazie a un sensore applicato sotto la cute, vedranno nettamente migliorare la loro vita. L’intervento è stato realizzato al centro di riferimento regionale della Diabetologia pediatrica dell’Azienda ospedaliera di Perugia. Qui è stato applicato il sensore, in una tasca sottocutanea, che rimarrà attivo in modo continuativo per almeno tre mesi.

I due giovani sono entrambi della provincia di Perugia e sono tra i primi in assoluto, in Italia, ad aver usufruito di questa tecnica rivoluzionaria in grado di evitare giornalmente il pericolo dell’ipoglicemia e migliorare il controllo metabolico. A eseguire la procedura, in collaborazione con il personale della Chirurgia Pediatrica, è stata la dottoressa Maria Giulia Berioli.

“In accordo con la direzione sanitaria aziendale, abbiamo aderito a un progetto pilota, nella convinzione di favorire i pazienti che afferiscono al nostro centro. I due giovani che hanno usufruito di questa nuova tecnologia afferiscono ancora al nostro servizio fin dall’esordio della malattia”.

Considerato il buon esito della procedura, altri 200 pazienti del Servizio di diabetologia pediatrica della struttura complessa di Pediatria, diretta da Susanna Esposito, potranno usufruire dello stesso servizio.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.