Scuole dell’infanzia dell’Umbria: quasi 5 milioni dalla Regione

Scelti anche i tre progetti per la costruzione di nuovi edifici per poli dell'infanzia innovativi (Guardea, Spoleto e Città di Castello)

Sono circa 4 milioni e 800 mila euro quelli messi a disposizione dalla Regione Umbria a favore dei Comuni per il mantenimento e il rafforzamento dei servizi socio – educativi dell’infanzia. Lo ha comunicato l’assessore regionale all’Istruzione, Antonio Bartolini: “Vogliamo andare verso un sistema veramente integrato dei servizi di educazione e istruzione per le bambine e i bambini, dalla nascita fino a sei anni e, per questo, stiamo mettendo in campo tutti gli strumenti a nostra disposizione utilizzando sia i fondi nazionali che quelli del bilancio regionale”.

La Giunta, fa sapere ancora Bartolini, “ha anche definito la graduatoria, tra le 11 domande pervenute, per la costruzione dei nuovi edifici per poli dell’infanzia innovativi (da 0 a 6 anni), indicando al ministero i tre progetti – Guardea, Spoleto e Città di Castello – che potranno accedere ai fondi messi a disposizione dall’Inail che, per l’Umbria, ammontano a oltre 2 milioni e 700 mila euro”.

Il progetto di Guardea costa 475 mila euro, quello di Spoleto 900 mila euro, quello di Città di Castello 2.600.000.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.