Ricerca e sviluppo: domande in scadenza per il “Programma Biomed”

Scade sabato 24 novembre il termine ultimo per la presentazione delle domande di accesso al "Programma Biomed"

biomed

Scadrà il prossimo 24 novembre il termine ultimo del secondo avviso per la presentazione delle domande di accesso al “Programma di ricerca e sviluppo per l’integrazione della filiera Biomed”, il bando che intende favorire un più ampio utilizzo dei laboratori e delle piattaforme di ricerca pubbliche del settore biomedicina attraverso il finanziamento di piccoli progetti di ricerca e sviluppo nell’ambito delle tematiche individuate dalla Strategia di specializzazione intelligente della Sardegna (S3).

Dalle tecnologie omiche per la medicina personalizzata allo sviluppo di nuovi farmaci e diagnostici, dalla medicina veterinaria alle tecnologie di informatica biomedica: i destinatari sono le imprese con sede operativa in Sardegna che propongano un progetto di ricerca e sviluppo da realizzare anche attraverso l’utilizzo dei laboratori e delle piattaforme appartenenti a strutture di ricerca pubbliche della Regione Sardegna. Si tratta di aiuti concessi in forma di “de minimis” secondo una procedura valutativa a graduatoria.

Le domande dovranno pervenire esclusivamente per via telematica entro le 12 del 24 novembre. La dotazione finanziaria è di 395mila euro. L’intervento è attuato da Sardegna Ricerche come organismo intermedio per l’attuazione dell’Asse 1 del POR FESR 2014-20, e in particolare dell’Azione 1.2.2 dedicata allo sviluppo di progetti complessi per le aree di specializzazione individuate dalla S3.

Redazione

Corriere dell’Economia è il portale informativo che ospita articoli di interesse settoriale e territoriale per operatori economici, enti e istituzioni che desiderano comunicare ai loro pubblici i contenuti inerenti la propria attività e organizzazione.