Primo Levi in mostra a Todi dal 16 novembre

Esposizione di foto, testi e documenti tratteggiano un personaggio che è stato scrittore, testimone, chimico e intellettuale

Giovedì 16 novembre, alle 18, sarà inaugurata a Todi, Palazzo del Vignola, la mostra ‘Primo Levi. I giorni e le opere’. Esposizione curata dal Museo Diffuso della Resistenza di Torino, realizzata da Anpi Regionale e Provinciale, in collaborazione con la Regione Umbria e con il patrocinio del Comune di Todi.

La mostra resterà aperta fino al 26 novembre. Todi è il comune di partenza di un tour che vedrà successivamente le tappe di Bevagna, Gualdo Cattaneo, Città di Castello, Umbertide, Sansepolcro, Perugia, Spoleto, Orvieto, Terni e Assisi.

Così parlano i curatori a proposito dell’esposizione: “La mostra non vuole avere un taglio biografico, ma descrivere le diverse linee che definiscono Primo Levi: intellettuale, scrittore, chimico, testimone. Documenti, fotografie e testi che sono a Palazzo del Vignola vogliono tratteggiare proprio le tante sfaccettature di Levi”.

Circa 50 insegnanti, provenienti da tutta l’Umbria, lo scorso 27 ottobre hanno partecipato a Perugia a un incontro formativo con Federica Tabbò, responsabile servizi educativi del Muso Diffuso di Torino, Francesca Duetti, operatrice didattica e guida museale, e Sandro Ciuffi, direttore Fondazione Villa Emma. Professori e studenti sono stati invitati dall’Anpi non solo a visitare la mostra, ma a lavorare partendo da questa anche per elaborare contenuti che le sezioni territoriali potrebbero presentare all’interno di iniziative per la celebrazione del prossimo 25 aprile. Hanno mostrato interesse l’Isis Ciuffelli Einaudi e Liceo Jacopone da Todi.

Questi gli orari della mostra: 10 – 13 e 16.30 – 19. L’ingresso è gratuito.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.