Patto per Terni sicura: sono arrivate le firme

Il documento ha valenza biennale: videosorveglianza potenziata, manutenzione del verde, contrasto alla criminalità

Più sicurezza, sistemi di videosorveglianza potenziati, migliore manutenzione delle aree verdi, contrasto a criminalità economica, abusivismo commerciale e lavoro nero. Con questi capisaldi, è stato firmato ‘Patto per Terni sicura’, il nuovo protocollo siglato in prefettura tra il prefetto Paolo De Biagi, il vicepresidente della Giunta regionale Fabio Paparelli, il presidente della Provincia di Terni Giampiero Lattanzi, il sindaco di Terni Leopoldo Di Girolamo. Era presente anche il sottosegretario all’Interno, Gianpiero Bocci.

Altri punti centrali del documento la prevenzione dei fenomeni di criminalità diffusa, azioni in materia di sicurezza stradale, lotta alle dipendenze, tutela delle fasce deboli e di integrazione degli immigrati.

Il documento ha valenza biennale. Le parti si sono impegnate ad affrontare il problema della sicurezza urbana. Il documento fa seguito al primo Patto firmato il 9 febbraio del 2015. L’obiettivo è implementare il livello di sicurezza del territorio e la sua percezione da parte dei cittadini della provincia ternana.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.