Nuovo reggente dell’Ufficio Scolastico Regionale: gli auguri della Regione.

Catiuscia Marini e Antonio Bartolini hanno augurato buon lavoro alla nuova dirigente.

Per loro è stata una buona notizia, per la presidente della Regione, Catiuscia Marini, e l’assessore regionale all’Istruzione, Antonio Bartolini la nomina della dottoressa Antonella Iunti a reggente dell’Ufficio scolastico regionale per i prossimi sei mesi è cosa positiva.
Marini e Bartolini sottolineano che la “nomina che si muove nel segno della continuità con il lavoro svolto in questi anni dalla dottoressa Sabrina Boarelli. Già in precedenza, infatti abbiamo avuto modo di sperimentare una preziosa collaborazione con la dottoressa Iunti. Una professionalità solida, la sua, che siamo certi metterà positivamente al servizio della scuola umbra, svolgendo al meglio l’importante funzione cui è stata chiamata”.
Con l’occasione la presidente Marini e l’assessore Bartolini esprimono alla dirigente scolastica regionale, Sabrina Boarelli, il più vivo ringraziamento per il lavoro svolto in questi due anni e per aver retto con “con competenza e professionalità l’Ufficio scolastico regionale dell’Umbria”, lamentando anche che gli uffici romani non abbiano trovato una soluzione tecnica per consentirle di proseguire con continuità il buon lavoro intrapreso”.
“I due anni trascorsi – aggiungono – sono stati molto impegnativi e difficili, soprattutto a causa degli eventi sismici che hanno colpito il nostro territorio regionale. Si è, così, instaurata una forte e fattiva collaborazione tra Assessorato ed Ufficio scolastico regionale per gestire l’attuazione della legge sulla buona scuola, l’alternanza scuola-lavoro, la riforma degli Istituti professionali e dello 0-6. Siamo certi che tale positiva collaborazione istituzionale caratterizzerà anche il rapporto tra la Regione Umbria e la nuova dirigente Iunti”.

 

Marcello Guerrieri

Esercita la professione di giornalista da oltre trent’anni: ha esordito con la cronaca locale per la redazione ternana de il Messaggero, per la quale ha anche curato, per un lungo periodo, pure gli aspetti sindacali ed economici delle aziende della provincia di Terni. Collabora tuttora col giornale romano. Ha seguito sin dall’inizio, l’evoluzione dei nuovi media, curando numerosi siti come quello di “Terninrete”