Dental Design, l’evoluzione dell’impronta dentale digitale

Una forma di innovazione tecnologica applicata all'odontoiatria assicura rapidità e precisione per prendere le impronte dell'arcata dentale. "Grazie all'impronta digitale - spiega Roberto Dionisi, direttore sanitario del Centro odontoiatrico di Roma in zona Tiburtina, Dental Design – lavoriamo riducendo errori, tempistiche e fastidi per il paziente".

Tecnologia ed estetica dentale fanno passi da gigante. A guadagnarci è il paziente che oggi, grazie alle nuove metodiche in uso, come lo scanner orale per prendere le impronte (in alternativa alla pasta tradizionale), può contare su maggiore precisione e minor fastidio. “Lo scanner orale – spiega Roberto Dionisi, direttore sanitario del Centro odontoiatrico di Roma in zona Tiburtina, Dental Design – è un sistema di impronta digitale che si compone di un macchinario collegato ad un computer grazie al quale possiamo effettuare la fotografia della bocca  del paziente e riprodurla in simultanea sul computer”.

Il tutto in un arco temporale che va dai 15 ai 35 minuti a seconda del lavoro da fare e lo stato della bocca del paziente. “Fino a qualche anno fa, le impronte dentali di precisione venivano effettuate solo tramite un composto siliconico, che veniva spalmato sull’arcata dentale del paziente con l’utilizzo di un portaimpronte. Il sapore della pasta e la sua consistenza creavano fastidio. Una volta solidificato, bisognava rimuoverlo: passaggio che poteva comportare, in pazienti molto sensibili, sensazioni di nausea o senso di soffocamento.  La speciale telecamera intraorale utilizzata oggi elimina tutti questi effetti”. Ma c’è di più, perché la precisione non è “operatore dipendente”.

“La precisione – aggiunge Dionisi – è dovuta al programma informatico che utilizziamo noi dentisti”. Si tratta di una forma di innovazione tecnologica introdotta nell’odontoiatria che, seppur ancora non molto diffusa –  “solo il 6-7% degli studi ne è dotato” precisa Dionisi –  offre una serie di vantaggi, oltre ad essere poco invasiva: assenza di errori e tempistiche ridotte. “Qualora ci dovesse essere un errore, il paziente non deve ripetere la procedura. E peraltro le impronte dentali digitali eliminano i tempi di attesa per la protesi, poiché la progettazione e la realizzazione della protesi avviene utilizzando i dati immediatamente disponibili”.

Redazione

Corriere dell’Economia è il portale informativo che ospita articoli di interesse settoriale e territoriale per operatori economici, enti e istituzioni che desiderano comunicare ai loro pubblici i contenuti inerenti la propria attività e organizzazione.