Credito pmi: accordo tra Bcc di Spello e Bettona e Gepafin per plafond di 3 milioni

Finanziamento reso possibile dall'iscrizione della finanziaria umbra all'Albo 106 del Testo unico degli intermediari finanziari

La Bcc di Spello e Bettona e la finanziaria umbra Gepafin hanno trovato un accordo per un plafond iniziale di 3 milioni di euro di finanziamenti alle piccole e medie imprese del territorio. Un accordo reso possibile dall’iscrizione della finanziaria all’Albo 106 del Testo Unico bancario degli intermediari finanziari, che consente alla società con capitale misto pubblico – privato di poter concedere finanziamenti e rilasciare garanzie per rischio di insolvenza a valere sul proprio patrimonio.

Una opportunità in più per le aziende umbre, insomma, e che proprio in queste settimane sta entrando a regime a seguito delle convenzioni che Gepafin sta pattuendo con le banche umbre. Per quella della Bcc di Spello e Bettona, le firme sul documento sono state messe dal presidente di Gepafin, Salvatore Santucci, e da quello della Bcc, Massimo Meschini. Presenti anche i direttori delle due società, Marco Tili e Maurizio Del Savio.

Santucci poi ha spiegato: “Le garanzie che Bankitalia ci permette di rilasciare hanno un valore oggettivamente più significativo rispetto a quelle tradizionali. Risultano quindi più efficaci rispetto alle esigenze delle banche, ma soprattutto rispetto a quelle imprese che chiedono maggior facilità per l’accesso al credito”.

Meschini ha aggiunto: “La convenzione con Gepafin ci consentirà di sviluppare ancora di più gli interventi a favore delle pmi umbre e di continuare a scommettere sulla ripresa. È uno strumento importante che produrrà proficui risultati per tutti”. In base all’accordo, le garanzie vengono rilasciate a prima richiesta e sono assistite da controgaranzia da parte del Fondo di garanzia a favore delle piccole e medie imprese (legge 662/96).

Tili ha specificato: “Il rapporto di collaborazione con Bcc di Spello e Bettona si è andato progressivamente consolidando, facendo diventare la banca uno dei principali partner della finanziaria regionale: nel periodo tra il 2014 e il 30 settembre 2017, la banca ha erogato 24 milioni di euro di finanziamenti garantiti da Gepafin per circa 13,5 milioni di euro. Una parte significativa di questi importi riguarda il supporto fornito alle pmi che hanno subito danni diretti o indiretti dal sisma del 2016. La collaborazione tra Gepafin e Bcc di Spello e Bettona ha permesso l’erogazione di 40 interventi per un ammontare totale di circa 3,1 milioni di euro”.

Conclusioni a Del Savio: “L’accordo, proprio nell’anno in cui la Bcc di Spello e Bettona compie 110 anni, è la conferma del suo ruolo di banca dell’economia reale, di banca del territorio, vicina alle imprese”.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.