Gli ospedali di Norcia e Cascia torneranno a funzionare

Lo ha promesso l’assessore regionale Luca Barberini durante una cerimonia proprio a Norcia.

Si torna a parlare dell’Ospedale di Norcia, ora ridotto ai minimi termini: l’assessore regionale alla sanità, Luca Barberini ha informato che entro il mese di novembre arriveranno tre prefabbricati, uno da 240 metri quadrati, uno da 150 e uno da 120, in cui saranno collocati tutti i servizi sanitari e che sostituiranno gli attuali moduli. Poi inizieranno i lavori veri e propri.
L’assessore Barberini affermato che la struttura nursina non solo non chiuderà ma “ma verrà riqualificato e assicurerà prestazioni essenziali e alcune specializzazioni”. L’occasione è stata una delle manifestazione di ricordo del sisma di un anno fa, proprio a Norcia.
“Quell’ospedale – ha spiegato l’assessore – è pienamente inserito nella programmazione sanitaria regionale e verrà riqualificato in maniera profonda, con posti letto per la medicina generale, attività di laboratorio e diagnostica, servizi per assistenza specialistica. Accanto a tutto ciò ci sarà un’area dedicata alla Rsa, con possibilità di un nucleo Suap dedicato all’assistenza di persone in coma e stato vegetativo, a servizio di tutto il territorio della Valnerina. Stiamo inoltre lavorando per la realizzazione di una pista di elisoccorso, con possibilità di volo anche notturno. Si tratta di un servizio strategico – ha evidenziato Barberini – che vogliamo realizzare qui a Norcia, in un’area geograficamente marginale e difficilmente accessibile, proprio per dare una risposta di pronto intervento in situazioni emergenziali, anche di notte”.

Una soluzione altrettanto radicale incontrerà l’ospedale di Cascia. Demolizione e successiva ricostruzione per garantire una riqualificazione effettiva, con l’obiettivo di realizzare una struttura che punti sulla riabilitazione estensiva con circa 40 posti letto, valorizzando la vocazione tipica di questo del presidio ospedaliero, oltre a garantire servizi specialistici e di diagnostica. Nel frattempo, entro novembre, anche qui sarà allestito un prefabbricato da 240 metri quadrati con dentro tutti i servizi”.

Marcello Guerrieri

Esercita la professione di giornalista da oltre trent’anni: ha esordito con la cronaca locale per la redazione ternana de il Messaggero, per la quale ha anche curato, per un lungo periodo, pure gli aspetti sindacali ed economici delle aziende della provincia di Terni. Collabora tuttora col giornale romano. Ha seguito sin dall’inizio, l’evoluzione dei nuovi media, curando numerosi siti come quello di “Terninrete”