Merano Wine Festival: PuntoZero presenta i suoi vini

La kermesse enogastronomica è in programma dal 10 al 13 novembre. Gli appuntamenti con l'azienda berica

PuntoZero partecipa per il terzo anno consecutivo al Merano Wine Festival, in programma da venerdì 10 a martedì 14 novembre 2017. PuntoZero avrà il suo spazio nell’Official Selection di Wine Italia, nel Palco Kursaal (Stand 13E) da sabato 11 a lunedì 13 novembre, dalle 10 alle 18.

Tre i vini che porterà in degustazione, valutati da Wine Hunter con un punteggio tra 88 e 89,99 punti. Sono Punto 2012, prodotto con 100% di uve Merlot; Dimezzo 2013, con 50% Cabernet Sauvignon, 30% Merlot, 20% Cabernet Franc; Virgola 2013, da uve 100% Syrah.

Punto Zero, al Merano Wine Festival, ha il compito di valorizzare il territorio dei Colli Berici, dove trovano massima espressione i vitigni a bacca rossa. Qui, in 11 ettari di vigna tra la colline di Lonigo (Vicenza), l’azienda coltiva Cabernet Souvignon, Franc, Merlot e Syrah, Tai Rosaso e Carmenere.

Impianti fitti, basse rese per ettaro e l’utilizzo, in parte, della tecnica di appassimento creano vini di grande equilibrio e struttura, potenti ed eleganti. PuntoZero ha iniziato i lavori anche per la costruzione di una nuova cantina da 385 metri quadrati, pronta per la vendemmia del 2018. “Abbiamo deciso di lanciarci in questa sfida nel 1994 con l’acquisto dei terreni, il recupero dei vecchi vigneti e la realizzazione di nuovi impianti. I nostri vini sono arrivati sul mercato solo dopo 20 anni, durante i quali abbiamo imparato a conoscere la terra e a prenderne il meglio. Da subito sono arrivati riconoscimenti dalle più autorevoli guide di vino” spiega Marcella de’ Besi.

Merano Wine Festival, dal 1992, è l’evento del vino dedicato ai professionisti del settore. Partecipano oltre 450 case vitivinicole, 200 artigiani del gusto, 15 chef di spicco. E ci sono degustazioni e master class.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.