Perugina: volantinaggio dei lavoratori a Eurochocolate

L’obiettivo è far conoscere la situazione dell’azienda tramite il volantino ‘Dietro quei Baci ci siamo noi!’

Ultimo weekend per Eurochocolate, la manifestazione che fa fluire nel centro storico di Perugia migliaia di turisti con la passione per il cioccolato. Un contesto utilizzato dai lavoratori della Perugina come cassa di risonanza per la vertenza in atto con Nestlé.

Per un paio d’ore i dipendenti della Perugina questa mattina hanno distribuito all’uscita del Minimetrò in via Oberdan un volantino dal titolo ‘Dietro quei Baci ci siamo noi!’, nel quale denunciano ancora una volta l’atteggiamento della multinazionale che “vuole tagliare 365 persone su 816”, fatto che “vorrebbe dire condannare la Perugina ad una lenta agonia”.

Volantino nel quale i lavoratori esprimono anche le proprie proposte per “difendere la fabbrica di cioccolato più nella d’Italia, che rappresenta un pezzo fondamentale dell’identità non solo della nostra città e della nostra regione ma di tutta Italia”: prodotti di qualità, incremento della filiera corta, marketing all’avanguardia che utilizzi le nuove tecnologie e i nuovi canali per far conoscere e vendere i prodotti in tutto il mondo, un sistema di distribuzione e logistica più efficiente e rapido, prodotti sempre riconoscibili per il forte legame con il territorio e confiserie che torni ad essere centrale.

Il volantinaggio in difesa della Perugina sarà ripetuto domani mattina dalle 10 alle 12.

Laura Proietti

Giornalista professionista, ho lavorato per carta stampata (quotidiani e settimanali), agenzie di stampa e siti internet. Ho esplorato la produzione della notizia in ogni sua sfaccettatura: come reporter e come addetta stampa. Ho spaziato nei settori più diversi: dalla cronaca all’enogastronomia, dalla politica all’economia, con un occhio particolare allo sport.