Cessione Tagina: pronti alla mobilitazione

Tra i lavoratori emerge la preoccupazione per i tempi lunghi della trattativa con il gruppo Cerit

Le organizzazioni sindacali Filctem Cgil e Femca Cisl e i lavoratori della Tagina chiedono “un atto di responsabilità” all’azienda e al gruppo Cerit sulla cessazione dell’impresa di Gualdo Tadino, ricordando come da parte loro abbiano “sottoscritto con l’azienda, in modo responsabile e al fine di agevolare la trattativa, un accordo che prevede, in caso di cessione, un’uscita volontaria di oltre 35 persone e una riduzione dell’orario di lavoro per ulteriori 150 lavoratori”.

Proprio per il protrarsi dei tempi della trattativa sulla cessione dell’azienda questa mattina i lavoratori della Tagina si sono riuniti in un’assemblea straordinaria molto partecipata.

“Non si può speculare sul futuro di oltre 200 famiglie – scrivono in una nota le sigle sindacali – per questo abbiamo inviato una richiesta di incontro urgente all’attuale proprietà e al fondo Cerit, al fine di rappresentare questa nostra esigenza”.

Se la situazione di stallo continuerà, i sindacati hanno già annunciato che “già dalla prossima settimana i lavoratori organizzeranno azioni di mobilitazione”.

Laura Proietti

Giornalista professionista, ho lavorato per carta stampata (quotidiani e settimanali), agenzie di stampa e siti internet. Ho esplorato la produzione della notizia in ogni sua sfaccettatura: come reporter e come addetta stampa. Ho spaziato nei settori più diversi: dalla cronaca all’enogastronomia, dalla politica all’economia, con un occhio particolare allo sport.