Vertenza Perugina: sospeso lo stato di agitazione

La decisione presa dopo l’incontro tra i dirigenti di Nestlé e la Rsu della fabbrica di San Sisto presso la sede di Confindustria

Dopo gli scioperi, Nestlé e i rappresentanti sindacali della Perugina sono tornati a confrontarsi questa mattina nella sede regionale di Confindustria. Al termine dell’incontro hanno rilasciato un comunicato congiunto.

“Nestlé Italiana S.p.A. assistita da Confindustria Umbria e la Rsu della fabbrica di San Sisto assistita dalle segreterie regionali di Fai Cisl, Flai Cgil, Uila si legge nel comunicato – in esito all’incontro odierno comunicano congiuntamente che la ricognizione degli accordi ha permesso la reciproca conferma della validità del piano industriale i cui investimenti proseguiranno secondo le tempistiche convenute sia per gli aspetti commerciali che tecnici. Si è convenuto altresì di congelare i percorsi rivolti alla ricollocazione esterna per favorire la ripresa di un percorso comune rivolto a reperire tutte le proposte anche di carattere industriale utili alla riduzione dell’impatto occupazionale. A fronte del dialogo ripreso e del nuovo incontro già fissato per il 19, viene sospeso lo stato di agitazione”.

Laura Proietti

Giornalista professionista, ho lavorato per carta stampata (quotidiani e settimanali), agenzie di stampa e siti internet. Ho esplorato la produzione della notizia in ogni sua sfaccettatura: come reporter e come addetta stampa. Ho spaziato nei settori più diversi: dalla cronaca all’enogastronomia, dalla politica all’economia, con un occhio particolare allo sport.