Editori sardi a Madrid per vendere opere nel mondo

L'associazione editori sardi presente alla "Feria internacional del libro" per nuove opportunità nei mercati iberici e oltreoceano

libri

 Vendere i diritti delle opere sarde su scala globale. E’ questo l’obiettivo che ha portato l’Aes, l’Associazione Editori Sardi, alla “Feria internacional del libro” spagnola, che si terrà nella capitale iberica dal 4 al 6 ottobre dove è prevista una ampia partecipazione di autori ed editori provenienti da tutto il mondo e da diverse regioni della Spagna.

Una grande occasione per fare networking nel settore del libro che vedrà la partecipazione di diverse professionalità e competenze e che permetterà agli editori sardi di creare occasioni di sviluppo e promuovere l’export e la vendita dei diritti delle opere.

Le giornate madrilene chiudono un percorso di internazionalizzazione che l’Aes ha iniziato in primavera, partecipando a Milano alla prima edizione di “Tempo di Libri” a cui ha fatto seguito in estate la tappa di Alghero con “Liber y Liber”.  L’obiettivo principale della roadmap è favorire la competitività delle case editrici sarde indipendenti ma anche la promozione della lingua e della cultura isolana tra i paesi dell’Unione Europea.

Madrid quindi è una grande porta che si apre su un panorama linguistico e culturale molto vicino a quello sardo che guarda anche ai Paesi d’oltreoceano, Sudamerica in testa.

 

 

Redazione

Corriere dell’Economia è il portale informativo che ospita articoli di interesse settoriale e territoriale per operatori economici, enti e istituzioni che desiderano comunicare ai loro pubblici i contenuti inerenti la propria attività e organizzazione.