“AutoSarzana”, quando la macchina è passione

Automobili su misura, amore per i motori, un sistema di garanzia per tutelare i clienti e controlli rigorosi sull'usato. Francesco Cattaneo ha aperto il suo autosalone da cinque anni e ora pensa di ampliare. Il fatturato cresce e lui guarda con attenzione le nuove tendenze come la “cerimonia” di consegna della vettura.

“La vita è troppo breve per guidare auto noiose”, uno dei motti dell’America degli anni ’60 con tanto di targa campeggia nell’ufficio di Francesco Cattaneo nel suo autosalone “AutoSarzana” a Sarzana in Liguria. In quelle poche parole c’è nascosto tutto il modo di pensare del titolare e del suo staff composto da quattro collaboratori. Più di 4mila mq di spazio per un centinaio di vetture di ogni tipo, dalle aziendali, a quelle chilometri zero, passando per l’usato garantito. Anche la fascia di prezzo varia a seconda del portafogli di chi compra. La scelta sicuramente non manca.

Francesco Cattaneo pistoni e motore li ha nel sangue. Dieci anni come venditore in una concessionaria e poi il grande salto, cinque anni fa. “La scelta di mettermi in proprio è venuta da sola e credo di aver preso la strada più giusta per come io concepisco questo lavoro”, spiega durante l’intervista. E la scelta sembra essere di quelle azzeccate con un fatturato in costante crescita e un via vai di clienti che farebbe invidia a show-room di marchi blasonati. “Io amo i motori e il mondo delle auto – spiega il titolare – per questo lavoriamo sempre con il sorriso e i clienti se ne accorgono”. Ma oltre al sorriso di Francesco e del suo team di giovani venditori c’è anche altro. “In cinque anni, racconta Cattaneo, non abbiamo avuto neanche una singola controversia sul venduto. Un record che ci inorgoglisce”.

Ma come si riesce a garantire un termometro così positivo con la clientela in un settore che è da sempre “ad alto rischio” come quello delle auto usate? “Quando un’auto usata sta per essere messa in esposizione – puntualizza Cattaneo – noi facciamo decine e decine di controlli tecnici sul mezzo con l’aiuto di un gruppo di meccanici. Non basta il classico “giretto” di qualche centinaio di metri per “sentire” a orecchio se c’è qualche rumorino strano”. Poi c’è la parte delle garanzie per il cliente. «Il primo documento lo firma chi vende l’auto all’autosalone o al concessionario nel quale certifica che i chilometri sono quelli che compaiono nel cruscotto e che non sono stati in alcun modo modificati con qualche manipolazione. Oltre a questi passaggi noi facciamo sempre fare dei controlli approfonditi”. Quando invece un cliente acquista una vettura da “AutoSarzana” è Cattaneo che stila un dossier dettagliatissimo sullo stato della vettura. Praticamente pezzo per pezzo: “In modo tale che entrambe le parti, venditore e cliente, siano a conoscenza del reale stato del mezzo. Così si evitano brutte sorprese”.

Quando si ha il piacere di parlare con il titolare Francesco Cattaneo si ha la certezza di avere davanti una persona che ama il proprio lavoro. E anche in questa circostanza Francesco ci dice quale “pista” seguire quando si deve comprare un’auto: “Il primo passaggio utile per chi vuole comprare un’auto usata è avere le idee chiare sulle esigenze e sul budget. Non perderete tempo a leggere e valutare annunci che non riguardano le vostre reali esigenze. Acquistare un’auto usata è un’arte, ma la base è puro pragmatismo”.

Al titolare di “AutoSarzana” non manca la capacità di guardare al futuro: “Quando dieci anni fa venivano i primi clienti nel concessionario dove lavoravo e dicevano di aver visto una vettura su internet, noi tutti sorridevamo. Ci sembrava surreale. In dieci anni – spiega Cattaneo – il mondo è cambiato e oggi internet è uno dei principali mezzi con i quali noi facciamo conoscere le nostre offerte e il nostro parco macchine. Bisogna ammodernarsi per stare al passo con i tempi e soddisfare sempre di più le nuove esigenze dei clienti. Già oggi il 55% degli italiani arriva nello showroom dopo aver iniziato la sua ricerca online”. Tanti i progetti in cantiere per “AutoSarzana”, primo tra tutti quello di organizzare una serie di eventi collaterali all’acquisto della macchina come una vera e propria “cerimonia” con tanto di aperitivo e buffet: “Per gli italiani l’acquisto dell’auto è in seconda posizione nelle priorità economiche dopo quella della casa”, conclude Francesco.

A questo punto non resta che scegliere tra decine di modelli, trovare quello perfetto per le proprie esigenze e poi fare un bel brindisi…ma con moderazione.

 

SCOPRI DI PIÙ

Leggi anche  Francesco Cattaneo: «Auto usate? Ecco le regole che non vanno mai dimenticate»

Leggi l’approfondimento Ansa Francesco Cattaneo: Da noi la consegna dell’auto sarà una cerimonia

Visita il sito AutoSarzana

 

Redazione

Corriere dell’Economia è il portale informativo che ospita articoli di interesse settoriale e territoriale per operatori economici, enti e istituzioni che desiderano comunicare ai loro pubblici i contenuti inerenti la propria attività e organizzazione.