Onoranze Funebri Donadel, ventisei anni “a servizio” della comunità

L’impresario funebre Lorenzo Donadel: «In un funerale è importante il rispetto dell’altro. Ecco perché bisogna essere sempre presenti e curare ogni dettaglio»

La passione per il mestiere di impresario funebre, Lorenzo Donadel l’ha iniziata a maturare fin da piccolo, quando rimase “abbagliato” dal carro funebre durante il funerale di un anziano del quartiere. Quell’aspirazione si concretizzò nel 1991 quando Lorenzo poco più che ventenne aprì la sua Onoranze Funebri Donadel in provincia di Belluno, nel paese di Alano per poi trasferirsi nel 1996 a Sedico, dove tuttoggi si trova una delle sue quattro filiali.

 

In ciascuno dei servizi funebri Lorenzo Donadel ci tiene ad assicurare anzitutto la propria presenza: «Voglio partecipare a ogni funerale che seguiamo. Credo sia importante che il titolare sia presente e metta la propria faccia nel momento del dolore delle famiglie – racconta l’impresario – se ci sono più riti funebri nello stesso pomeriggio, cerco di organizzarmi in modo tale da partecipare almeno alla chiusura della bara, o all’entrata o all’uscita dalla chiesa».

 

Oltre a presenziare ciascun funerale, il principio che per Lorenzo Donadel è imprescindibile, è la sobrietà anche formale nello stare vicini ai familiari del defunto (i dolenti) unita alla compartecipazione al dolore. «Per il dolente è uno momento peggiori della vita; ciò che mi prefiggo è fare in modo che, malgrado tutto, ne rimanga un ricordo positivo e sereno. Farlo accadere, significa che abbiamo lavorato bene e ci siamo presi cura della famiglia. Ritengo che quello dell’impresario funebre sia non solo un mestiere ma una vera e propria missione sociale a beneficio della comunità» spiega Donadel.

 

Altro punto di forza delle Onoranze Funebri Donadel è la personalizzazione del servizio a seconda delle esigenze, unito a una cura per il dettaglio che non deve mancare mai. Questo fa sì che ciascun servizio sia diverso dall’altro, anche nel caso di budget di entità minori, prevedendo la dilazione del pagamento per andare incontro alle esigenze delle persone, sempre assicurando che il rito sia sobrio e dignitoso.

 

La Onoranze Funebri Donadel offre l’intera gamma di servizi che occorre espletare in queste circostanze, compresi quelli cimiteriali con posa delle tombe e dei loculi, il disbrigo delle pratiche burocratiche, la vestizione della salma, il trasporto in obitorio, la tanatoprassi (ovvero trucco e la ricostruzione facciale), la cremazione. Quest’ultima è una delle novità: «Negli ultimi cinque anni è fortemente cresciuta la richiesta – conferma Donadel – Oggi circa il 50% dei servizi che facciamo si concludono con la cremazione». L’aumento è riconducibile al fatto che sempre più i familiari dei defunti sono consapevoli dell’impegno che può comportare nel futuro la estumulazione prevista alla scadenza della concessione del loculo.

 

In costante crescita dal 1991 a oggi, nella sua impresa Lorenzo Donadel si avvale del supporto di diversi collaboratori tra cui il figlio Nicola, «che vorrebbe proseguire questa attività. È curioso perché di solito le onoranze funebri sono imprese che si tramandano di padre in figlio, io ho iniziato da zero, non nascondo che mi fa piacere l’interesse di Nicola, anche se lo spingo a fare prima altre esperienze magari all’estero» conclude il titolare.

 

Ascolto e rispetto dell’altro, un mestiere inteso come una missione a beneficio della comunità, personalizzazione del servizio e soprattutto il fattore umano di chi ci mette la faccia: sono queste le parole chiave di un’impresa funebre che punta tutto sulla cura del dettaglio e sul fattore umano.

 

SCOPRI DI PIÙ

Leggi anche Lorenzo Donadel: «L’impresario funebre? Più che un mestiere, una missione»

Leggi l’approfondimento Ansa Cremazioni in crescita, a confermarlo limpresario funebre Lorenzo Donadel

 

Redazione

Corriere dell’Economia è il portale informativo che ospita articoli di interesse settoriale e territoriale per operatori economici, enti e istituzioni che desiderano comunicare ai loro pubblici i contenuti inerenti la propria attività e organizzazione.