I Lab SmartCitiesDesign: nuova sede per il laboratorio del Centro studi Città di Foligno

L’inaugurazione della struttura prevista giovedì pomeriggio

Sarà inaugurata giovedì 25 la nuova sede del laboratorio internazionale di ricerca ‘I Lab SmartCitiesDesign’ all’interno del Centro studi della Città di Foligno.

Numerose le personalità annunciate all’inaugurazione, prevista per le ore 16: per l’Università di Perugia Franco Moriconi (rettore) e Giuseppe Saccomandi (direttore dipartimento di ingegneria); per la Regione Umbria Catiuscia Marini (presidente); per il Comune di Foligno Nando Mismetti (sindaco) e Giovanni Patriarchi (assessore allo sviluppo economico); per il Centro studi della Città di Foligno Mario Margasini (direttore); per ‘I Lab SmartCitiesDesign’ Paolo Verducci (direttore laboratorio); per il Miur Vito de Filippo (sottosegretario).

‘I Lab SmartCitiesDesign’ è nato un anno fa dalla volontà dell’Università di Perugia, Comune e Centro studi di coinvolgere imprese, professionisti, ricerca universitaria e associazioni in un percorso condiviso volto allo sviluppo di nuove start-up con la trasformazione intelligente delle città di medie dimensioni.

Sono cinque gli obiettivi che si pone ‘I Lab SmartCitiesDesign’. Con le sue attività vuole realizzare un miglioramento complessivo delle qualità architettonica ed edilizia degli interventi di trasformazione urbana. Tramite la valorizzazione del verde pubblico e l’applicazione di sistemi avanzati per l’efficienza energetica (in particolare sistema della mobilità e tecnologie Ict), inoltre, punta a una sensibile riduzione delle emissioni di anidride carbonica. Grazie alle attività di ‘I Lab SmartCitiesDesign’ anche il comfort urbano e le condizioni di vita dei cittadini beneficeranno di miglioramenti.

Il laboratorio inoltre punta anche alla creazione di microeconomie e di start up e a una maggiore inclusione sociale e rafforzamento dell’identità nella creazione di smart community.

Laura Proietti

Giornalista professionista, ho lavorato per carta stampata (quotidiani e settimanali), agenzie di stampa e siti internet. Ho esplorato la produzione della notizia in ogni sua sfaccettatura: come reporter e come addetta stampa. Ho spaziato nei settori più diversi: dalla cronaca all’enogastronomia, dalla politica all’economia, con un occhio particolare allo sport.