Treni in ritardo in GB? La Virgin rimborsa

È un caso che potrebbe avere un impatto sulle politiche delle altre compagnie. La Virgin Trains, compagnia di trasporto ferroviario del Regno Unito, ha deciso di rimborsare automaticamente e integralmente i passeggeri, quando il ritardo dei suoi treni supera i 30 minuti.

Non sarà necessario chiedere alcun rimborso per iscritto o per mail o recarsi nelle biglietterie (come accade in Italia con Trenitalia), ma l’importo speso per il viaggio verrà direttamente accreditato sul conto della carta con la quale si era pagato il viaggio. Un sistema dunque automatico e universale.

Nel video dell’“Independent”, il giornalista spiega come questa scelta aziendale potrebbe indurre altre compagnie a fare lo stesso.

Redazione

Corriere dell’Economia è il portale informativo che ospita articoli di interesse settoriale e territoriale per operatori economici, enti e istituzioni che desiderano comunicare ai loro pubblici i contenuti inerenti la propria attività e organizzazione.