Palio delle barche: l’incendio al castello ha acceso Passignano sul Trasimeno

Venerdì la prova generale, sabato il lancio della sfida e domenica 30 il clou con i quattro rioni in gara

Passignano sul Trasimeno ha sconfitto anche la pioggia per il tradizionale appuntamento del Palio delle Barche. Anche se il terreno scivoloso ha impedito la simulazione della corsa ai barcaioli del rione Oliveto, prevista per lunedì 24 luglio, l’incendio al castello si è svolto come da programma della 34esima edizione della kermesse che proseguirà tra rievocazioni, musica, cibo e spettacoli fino a domenica 30 luglio, giorno in cui i quattro rioni del Paese, Oliveto, Centro storico, Centro nuovo o Centro due e San Donato si sfideranno per il Palio. Ogni rione vede impegnate 63 persone, per un totale di 262 partecipanti.

Il sindaco di Passignano sul Trasimeno, Ermanno Rossi, ha spiegato: “Il Palio rievoca l’episodio storico del 1495, la guerra tra gli Oddi signori del castello e i Baglioni da Perugia, aiutati dai Della Corgna di Castiglione del Lago. Su questa rievocazione storica stiamo avendo un grande successo”.

Lunedì 25 giugno doppio appuntamento: la consegna del premio ‘Perla del Trasimeno’ a Fabrizio Ravanelli, ex calciatore e residente proprio a Passignano sul Trasimeno, e – come detto – lo spettacolare incendio al castello. ‘Penna Bianca’ ha così commentato il riconoscimento: “Sono molto contento di riceverlo. Ringrazio il sindaco ed Eugenio Rondini, vicesindaco. Sono stati molto gentili a scegliere la mia persona e sono veramente orgoglioso. Adesso poi che ho preso la residenza qui, mi fa un immenso piacere. Lo metterò nella bacheca insieme a tutti gli altri premi che ho avuto la fortuna di ricevere e lo porterò con me per tutta la vita”.

Lo spettacolo pirotecnico musicato, unico nel suo genere, accompagnato da una voce narrante che ha raccontato l’episodio legato alla sanguinosa guerra a cui è ispirata la rievocazione storica, ha fatto seguito alla premiazione.

Prima del Palio di domenica, si sono svolte alcune prove singole dei rioni. Venerdì è la volta di quella generale. Le taverne aperte da quest’anno sono state spostate dal centro storico al lungolago. A fare da contorno alla manifestazione giocoleria itinerante, mercatini, mostre, pub e musica dal vivo in tutto il paese.

Mercoledì, alle 21,30, toccherà ai tamburi della nobilissima ‘Parte de sopra’ di Assisi far sentire il proprio suono. Giovedì 27 luglio ecco lo spettacolo teatrale ‘Viandanti nel tempo’, della compagnia fantasy medievale Kroonos. Venerdì 28, alle 22, le donne animeranno la serata con la caratteristica Corsa delle brocche. Sabato 29 luglio, dalle 14 alle 20, per tutti i collezionisti l’annullo filatelico speciale di Poste Italiane sul sagrato della chiesa di San Cristoforo.

Alle 22.15, il lancio della sfida tra i rioni, tra piazza Trento e piazza Trieste. Il clou domenica 30 luglio: prima il corteo storico alle 16, quindi l’inizio della sfida alle 18.30 e la cerimonia di premiazione alle 19.30. A chiudere, lo spettacolo di fuochi d’artificio sul lago. A mezzanotte, naturalmente.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.