Palio delle barche: iniziato il countdown per la 34esima edizione

La manifestazione è in programma a Passignano sul Trasimeno dal 22 al 30 luglio

A Passignano sul Trasimeno si rinnova l’appuntamento con il Palio delle barche, da sabato 22 a domenica 30 luglio.

La manifestazione trae origine da un fatto storico risalente al 1495: durante la guerra tra le nobili famiglie dei Baglioni e degli Oddi, questi ultimi fuggirono dal castello con le barche in spalla isneguiti dalle milizie dei Baglioni e dei loro alleati Della Corgna.

Ogni estate, da 34 anni a questa parte, gli abitanti dei quattro rioni del paese – Centro storico, Centro nuovo o Centro due, Oliveto e San Donato – fanno rivivere quelle atmosfere con il Palio delle barche. In tutto sono 262 le persone partecipanti alla sfida (63 per rione).

La manifestazione, presentata questa mattina, inizia sabato 22 con la Cena grande sul lungolago. Nelle serate successive vi sarà la cerimonia di consegna della chiavi della città con la presentazione del Palio realizzato dall’artista Gennj Trentini (domenica 23), la consegna del premio ‘Perla del Trasimeno’ a Fabrizio Ravanelli e a seguire l’incendio al castello con spettacolo pirotecnico (lunedì 24). Durante i nove giorni di festa ogni sera vi saranno poi taverne aperte, spettacoli e musica dal vivo.

Sabato 29, dalle 14 alle 20 sul sagrato della chiesa di San Cristoforo, è previsto l’annullo filatelico speciale di Poste italiane.

Il clou della manifestazione sarà domenica 30. Alle 16 è previsto il corteo storico, mentre alle 18,30 il Palio delle barche. La sfida inizia in acqua, dove le barche dei rioni raggiungeranno il pontile del paese; da qui gli equipaggi, con le barche in spalla, effettueranno una corsa tra le vie del paese sino a giungere al molo e riprendere la via del lago. Dopo le ultime remate, vi è il momento dell’approdo e l’inserimento della bandiera nella brocca: il primo a farlo vince il Palio. Il gran finale della 34esima edizione del Palio delle barche sarà domenica sera con lo spettacolo pirotecnico di mezzanotte sul lago.

Laura Proietti

Giornalista professionista, ho lavorato per carta stampata (quotidiani e settimanali), agenzie di stampa e siti internet. Ho esplorato la produzione della notizia in ogni sua sfaccettatura: come reporter e come addetta stampa. Ho spaziato nei settori più diversi: dalla cronaca all’enogastronomia, dalla politica all’economia, con un occhio particolare allo sport.