Now reading
Vini d’eccellenza e vero agriturismo: il cuore della Toscana batte nella Fattoria Casabianca

Vini d’eccellenza e vero agriturismo: il cuore della Toscana batte nella Fattoria Casabianca

Le colline di Bucine (AR) sono la cornice naturale della Fattoria Casabianca, la cui produzione vinicola ha riscosso importanti riconoscimenti internazionali. «E chi soggiorna qui trova la Toscana più autentica», spiega il titolare, Aldo Liquori

78 ettari coltivati, 8 etichette di vino e un vin santo prestigioso, olio extravergine di oliva biologico e grappa di qualità. A cui si aggiungono 4 poderi con 34 posti letto, tanti animali come cani, capre, asini e cavalli che sono la gioia dei bambini. Sono solo alcuni dei numeri della Fattoria Casabianca, azienda vitivinicola che ricade nella zona doc “Valdarno di Sopra” ed agriturismo che rispecchia fino in fondo gli standard di questa concezione turistica, dove il tempo si ferma, il silenzio ci avvolge ed entriamo  nella natura più autentica.

«Proprio l’amore, il rispetto per la terra e per i suoi cicli, è la cifra della Fattoria Casabianca – spiega il titolare ed anima dell’azienda, Aldo Liquori – e sono gli stessi ingredienti che si trovano nei nostri vini». Una produzione di assoluta eccellenza, dove spiccano gli odori e i sapori di questo spicchio di Toscana, lontano dai cliché patinati delle pubblicità. I vini sono la perla della Fattoria, con una produzione in cui la tecnologia si sposa a saperi millenari.

Scendendo in discorsi enologici per gli appassionati, questa è la patria del Sangiovese, un vino robusto e sincero. Qui si può apprezzare in ogni declinazione, dal gusto in purezza del Casabianca Rosso o del Primello, ai profumi raffinati delle tre riserve (Cado’, Donna Laura e il Casino). In queste etichette, il suo carattere aggressivo si accompagna alla freschezza del merlot: il risultato è un blend capace di alleviarne il carattere senza tradirne la natura.

Ed è solo uno dei tanti vini bio che si possono acquistare comodamente on line grazie al nuovo servizio di e-commerce, veloce e puntuale. Anche se è consigliata una visita di persona presso il punto vendita. «Non è un vero e proprio shop – sorride Liquori – perché chi arriva qui non compra tre bottiglie e se ne va, ma può fermarsi a parlare a degustare in santa pace, può prendersi il suo tempo».

Lo stesso tempo che rallenta fin quasi a fermarsi se si soggiorna in uno dei 4 casolari ristrutturati fedelmente ed adibiti ad agriturismo. Non ci sono le comodità della vita contemporanea, wifi ed altre tecnologie. Solo la possibilità di riposare tra le colline e rilassarsi imboccando uno dei tanti sentieri di montagna, delizia per gli escursionisti. «Non siamo un hotel di lusso, ma un vero agriturismo di antica concezione: questa è stata la mia più grande scommessa», garantisce Liquori. A distanza di 15 anni, da quando è subentrato alla guida dell’attività nel 2002, possiamo confermare come l’abbia vinta. Basta guardare lo straordinario leccio secolare di Bellavista nella foto a fianco per avere conferme.

Chi dubita che possa davvero esistere un luogo così, è pregato di fare un salto dalle parti di Bucine.    

 

SCOPRI DI PIÙ

Leggi anche  Aldo Liquori: «Tradizione ed innovazione, così nascono i vini toscani d’eccellenza»

Leggi l’approfondimento Ansa  Fattoria Casabianca, come nasce un vino d’eccellenza

Visita il sito  Fattoria Casabianca

Redazione

Corriere dell’Economia è il portale informativo che ospita articoli di interesse settoriale e territoriale per operatori economici, enti e istituzioni che desiderano comunicare ai loro pubblici i contenuti inerenti la propria attività e organizzazione.