Imprese straniere a Perugia e provincia: sono 6.477, 8,9% del totale

In crescita il numero delle ditte capeggiate da uno stranieri: dati della Camera di Commercio di Perugia

Continua a crescere l’imprenditoria straniera in provincia di Perugia. Al 31 marzo 2017, sono infatti 6.477 le imprese guidate da stranieri, una su nove, l’8,9% del totale delle imprese registrate. Il dato è solo leggermente inferiore a quello nazionale, 9,5%. Ma è maggiore la crescita rispetto al resto d’Italia: 0,67% contro 0,64%.

I dati arrivano da un’indagine condotta dalla Camera di Commercio di Perugia sulla presenza, in provincia, di imprese guidate da cittadini nati all’estero, con ,riferimento al primo trimestre del 2017. Giorgio Mencaroni, presidente della Camera di Commercio di Perugia, commenta: “Una foto aggiornata che abbiamo composto attraverso l’esame dei contenuti del nostro Registro Imprese, che evidenzia il progressivo rafforzamento della base imprenditoriale straniera all’interno del nostro sistema produttivo. La crescita è costante e ininterrotta da oltre un quinquennio. Dal I trimestre 2012 al I trimestre 2017 le imprese ‘straniere’ sono passate da 5.689 a 6.477, 788 in più, con un incremento del 13,9%”.

Ancora Mencaroni: “Un processo che conferma l’attitudine dell’impresa a essere veicolo privilegiato di integrazione e promozione sociale per chi arriva nel nostro Paese”. L’imprenditoria straniera, negli ultimi anni, insieme a quella giovanile e femminile, è uno dei motori che mantengono in equilibrio il sistema imprenditoriale – Italia, impedendo una più consistente contrazione della sua base”.

In provincia di Perugia, pur con un leggero rallentamento, nei primi tre mesi del 2017 è positivo il saldo tra imprese straniere nate e cessate: +43 unità, con 192 aperture e 149 chiusure. Per gli italiani, nello stesso periodo, c’è invece un saldo negativo di 365 unità. Gli stranieri sono attratti in particolare dal comparto del commercio (34% del totale delle imprese), poi viene quello delle Costruzioni (28,7%), del Manifatturiero (8,7%) e dell’Agricoltura (7,3%).

Per numero di imprese, si conferma in aumento il Commercio (1.974 imprese attive, +1,7%), le Attività manifatturiere (506 imprese, +6,5%), le Attività Servizi di Alloggio e Ristorazione (439 imprese, +3,5%), l’Agricoltura (424 imprese, +3,2%), il Noleggio, Agenzie di viaggio, Servizi di supporto alle imprese (197 imprese, +5,3%). In calo le Costruzioni (1.664 imprese, -0,3%) e le Attività finanziarie e assicurative (41 imprese, -10,9%).

Andiamo adesso a vedere il profilo giuridico delle ditte straniere in provincia di Perugia: il 79% è individuale (5.121), poi ci sono le società di capitali (744, 11,5%) e le società di persone (557, 8,6% del totale). Gli stranieri titolari di ditte individuali, nel Perugino, provengono da 115 Paesi diversi. I più rappresentati sono quelli provenienti dal Marocco (1.047 ditte, oltre il 20% del totale). A seguire Albania (688 ditte, 13,3%), Romania (656, 12,7%), Cina (340, 6,6%), Svizzera (261, 5%).

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.