Bilancio 2017 PAC 2000A di Conad: utile super

In Umbria, fatturato di 474,3 milioni di euro (+0,28% sul 2015). La quota di mercato in regione sale al 29,6%

Numeri super quelli del gruppo PAC 2000A di Conad, che ha presentato agli 888 soci, nella sede di Milano, il bilancio, in continua crescita. L’utile netto, in particolare, nel 2016 si è attestato a 99,7 milioni di euro. La leadership nel Centro Sud non è in discussione (fonte GNLC II semestre 2016) grazie a un fatturato consolidato di 2.838 milioni di euro e a un patrimonio netto di 615 milioni di euro. L’utile netto scende a 75 milioni di euro per rettifiche di consolidamento dovute a operazioni di riassetto.

La quota di mercato si attesta al 22,6 per cento (+0,9% rispetto al 2015). Risultati che sono pienamente in linea con un piano triennale di investimenti particolarmenter ambizioso, che porterà il Gruppo a superare i tre miliardi di euro di fatturato entro il 2018.

Danilo Toppetti, direttore generale di PAC 2000A, dice: “Quelli che agli altri possono sembrare dei traguardi, per noi sono solo il punto di partenza . L’andamento positivo del Gruppo muove dalla tenacia con cui fissiamo i nostri obiettivi di crescita e la strategia per raggiungerli. Il Piano di innovazione e consolidamento competitivo avviato nel 2016 – che ha già dato i primi frutti – va in questa direzione: puntiamo a migliorare l’efficienza operativa e ad accrescere competitività e quote di mercato in tutte le regioni in cui operiamo”.

L’anno si chiude con la presenza di 1.161 punti vendita su una superficie occupata complessiva di 679.839 metri quadrati. Sette Conad Ipermercato, 65 Conad Superstore, 432 Conad, 310 Conad City, 132 Margherita, 2 store Sapori&Dintorni Conad e 213 discount Todis. La rete di vendita è in continuo sviluppo, con 51 nuove aperture nel 2016, per un totale di 34.676 metri quadrati e che ha prodotto un fatturato pari a 3.931 milioni di euro (su canali iper, super e discount), in crescita del 5,8 per cento rispetto al 2015.

Cresce pure l’occupazione: 15.713 persone impiegate nelle attività del Gruppo, +5,66% rispetto al 2015. Ben 840 addetti in più dovuti alle nuove aperture, ma anche al consolidamento della tecnostruttura nelle quattro piattaforme di Perugia, Fiano Romano (Rm), Carinaro (Ce) e Corigliano Calabro (Cs).

Il presidente di PAC 2000A, Claudio Alibrandi, fa notare: “Il successo di PAC 2000A si fonda sulla capacità di essere un punto di riferimento per le comunità in seno alle quali operiamo attraverso i nostri 888 soci e di essere concittadini prima ancora che commercianti. Creare relazione significa apprendere, imparare dall’altro a rispondere ai bisogni. Una capacità che fa parte da sempre del dna di PAC 2000A e che le consente di stare sul mercato da leader”.

I dati di bilancio del Gruppo spiccano ancor di più se paragonati ai timidi segnali di ripresa in Italia, con un Pil che nel 2016 ha guadagnato lo 0,9% sul 2015. Ma che vede la quota di famiglie in condizioni di disagio ancora alta (11,9%, +0,4% sul 2015), in particolare nel Mezzogiorno. PAC 2000A si è impegnata in questo settore: il 32,7 per cento del fatturato è infatti riconducibile alle promozioni, che hanno permesso ai clienti di risparmiare 244,2 milioni di euro.

Significativa la performance dei prodotti a marchio Conad, il cui giro d’affari supera – nelle regioni in cui opera PAC 2000A – è stato pari nel 2016 a 356,3 milioni di euro (+5,7%), con un’incidenza di prodotti a marchio sul fatturato che arriva al 23,2%. Che dire poi del risultati sul fronte dell’innovazione di servizio? Ventuno le parafarmacie attive nei territori di PAC 2000A, parte di una rete composta da 108 parafarmacie a livello nazionale. I cittadini hanno iniziato a usufruirne, risparmiando il 20% sui farmaci da banco e senza obbligo di ricetta rispetto alla farmacia tradizionale.

Gli 8 distributori di carburante Conad hanno consentito agli automobilisti di risparmiare 13,5 milioni di euro dalla prima apertura. I due negozi di ottica hanno consentito ai clienti un risparmio tra il 20 e il 30 per cento. Nel 2016 sono nati anche i Pet Store: catena specializzata per il 43,3% di italiani che ha un animale domestico. Nel 2016 ne sono stati aperti & sui territori di PAC 2000A.

Valorizzazione del patrimonio agroalimentare: nel 2016 la cooperativa ha sottoscritto accordi con 2.433 fornitori locali, piccole e medie imprese del territorio che rappresentano il cuore dell’economia nazionale. Questo settore ha prodotto un fatturato di 845,2 milioni di euro, consentendo a tante piccole e medie realtà di eccellenza di entrare nel mondo della grande distribuzione.

Anche nel 2016, PAC 2000A ha offerto il proprio sostegno a iniziative culturali, sportive e di solidarietà, investendo 1.362.411 euro. Tra questi, 168 mila euro rappresentano il controvalore che la cooperativa ha riservato al recupero e alla redistribuzione di eccellenze alimentari, con l’aiuto dell’Isitiuto Salesiano, della Comunità di Sant’Egidio e del Banco Alimentare. Di 430 mila euro l’investimento per iniziative culturali e sportive.

In Umbria, PAC 2000A Conad ha chiuso il bilancio 2016 con un fatturato di 474,3 milioni di euro (+0,28% sul 2015). La quota di mercato in regione sale al 29,6%, confermando la leadership sul territorio. In Umbria, PAC 2000A è presente con 202 punti venita: 2 Conad Ipermercato, 14 Conad Superstore, 58 Conad, 73 Conad City, 37 Margherita e 18 discount Todis. Il gruppo ha sottoscritto accordi di fornitura con 754 fornitori locali per 218,4 milioni di euro di fatturato.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.