Umbria: il “mattone” ricomincia a tirare

Numeri importanti al convegno perugino organizzato da Fimaa Confcommercio sul futuro degli agenti immobiliari

Un mercato vivace anche se sconta l’abbassamento repentino del valore immobiliare in maniera evidente. Però in Umbria le case sono tornate ad essere oggetto di compravendita nel mercato immobiliare ed anche in quello del risparmio, in Umbria più che nella media nazionale. Lo ha rilevato puntualmente la Fimaa Confcommercio, la più importante associazione di rappresentanza del settore immobiliare, comunicando anche che in Umbria vi sono state 7.035 compravendite residenziali, con un aumento del 16% rispetto al 2015. Il fatturato stimato è di 930 milioni di euro, con un + 14,2% rispetto al 2015. Il costo medio della compravendita è stato di euro 132.100 euro. Le abitazioni oggetto di aste giudiziarie sono state circa 700. La progressiva anche se lentissima ripresa del valore, apre comunque prospettive  migliori: oggi c’è da vincere la ritrosia dei proprietari dal mettere in vendita i propri immobili a prezzi stracciatissimi.
Tra l’altro le agenzie immobiliari in Umbria sono oggi 560, di cui 430 nella provincia di Perugia e 130 in quella di Terni. Nella regione sono anche presenti società capofila di network nazionali.
Da questi dati è partito, allora, il convegno organizzato proprio da Fimaa Umbria Confcommercio sul tema “Il futuro degli agenti immobiliari: ripresa del mercato e nuove prospettive”, al quale hanno partecipato tanti professionisti del settore immobiliare: agenti immobiliari, collaboratori delle agenzie, giovani che hanno iniziato a lavorare nel settore.
L’apertura dei lavori, che sono stati importantissimi per la specificità degli argomenti trattati, è toccato al vice presidente Confcommercio Umbria, Aldo Amoni, e da Fabio Dominici, presidente Fimaa Umbria, i quali non hanno mancato di ricordare Bruno Biagiotti, presidente per anni di Fimaa, prematuramente scomparso.
A seguire, gli interventi del consigliere Fimaa Umbria Mauro Cavadenti Gasperetti su “Il mercato immobiliare in Umbria” e il ruolo dell’agente immobiliare; di Donatella Bonifazi del “Gruppo Bonifazi” su “Costruire e vendere con gli agenti immobiliari”; di Emanuele Nicolini di “Ngh Italia” su “La casa di nuova generazione la rivoluzione del sistema costruttivo”; dell’architetto Gianluca Maiuli su “Progettazione su misura: la vera differenza”; Maurizio Visconti, direttore commerciale Mediofima, su “Il promotore creditizio di nuova generazione”; Roberto Meglio, general manager Umbria MLS Replat su “Collaborazione e condivisione nel mondo immobiliare”. Le conclusioni sono state affidate a Mauro Cavadenti Gasperetti.

La Fimaa Umbria Confcommercio – è stato ribadito nel corso del convegno – intende oggi fornire prodotti e servizi che siano in grado di trasformare l’agente immobiliare in un vero e proprio consulente, un riferimento certo per il mercato immobiliare”.

 

Marcello Guerrieri

Esercita la professione di giornalista da oltre trent’anni: ha esordito con la cronaca locale per la redazione ternana de il Messaggero, per la quale ha anche curato, per un lungo periodo, pure gli aspetti sindacali ed economici delle aziende della provincia di Terni. Collabora tuttora col giornale romano. Ha seguito sin dall’inizio, l’evoluzione dei nuovi media, curando numerosi siti come quello di “Terninrete”