Aeroporto di Perugia: nuove rotte nazionali e internazionali con FlyVolare e FlyMarche

Sase spa ha sottoscritto due accordi con la compagnia e con il tour operator: grande attesa per la rotta su Amsterdam

Sase spa (Società di gestione dell’aeroporto ‘San Francesco d’Assisi’) ha presentato oggi, nel corso della conferenza stampa a Palazzo Donini, le ultima novità sullo scalo perugino, in particolare gli accordi sottoscritti con la compagnia FlyVolare e con il Tour operator FlyMarche, in grado già nelle prossime settimane di garantire numerosi collegamenti nazionali e internazionali.

FlyVolare è un nuovo vettore italo-maltese che posizionerà all’aeroporto umbro un aeromobile di base – il modello Airbus A319 da 139 posti – aprendo numerose rotte e andando a intercettare pure la domanda di traffico non ancora soddisfatta dalle compagnie che fanno attualmente scalo al San Francesco d’Assisi. Già da fine luglio avremo collegamenti di linea da/per numerose destinazioni, tra le quali si stanno valutando Amsterdam, Casablanca, Lamezia Terme, Brindisi, Palermo, Lampedusa, Catania, Cagliari e Olbia. Ci saranno poi numerosi charter su cui il vettore sta lavorando in collaborazione con tour operator.

L’ufficializzazione delle destinazioni e le informazioni sugli orari dei voli e sulle modalità di acquisto dei biglietti saranno presto comunicate dalla stessa FlyVolare in una conferenza stampa che sarà convocata nei prossimi giorni presso la sala eventi dello scalo.

Dal prossimo 15 luglio partiranno i voli gestiti dal tour operator FlyMarche, con aeromobile LET410 da 19 posti, che effettuerà collegamenti da/per Olbia, Isola d’Elba, Lussino (isola croata) e Zara. In un progetto che prevede di convogliare traffico su Perugia anche dagli aeroporti di Ancona e Rimini. Dal prossimo 1 settembre, FlyMarche opererà sulla Perugia – Milano Linate con due voli giornalieri andata e ritorno, effettuati dal lunedì al venerdì. Nei prossimi giorni ci sarà una conferenza stampa di presentazione in cui saranno forniti tutti i dettagli.

Ernesto Cesaretti, presidente di Sase, dice: “Siamo molto soddisfatti che due nuove compagnie abbiano deciso di puntare sull’Umbria, andando a coprire segmenti di mercato tra loro differenti, ma di importanza strategica per il territorio. I nuovi collegamenti nazionali e internazionali possono essere un’importante spinta per lo sviluppo delle imprese e delle Università, oltre che un impulso per il turismo, che siamo certi trarrà ottimi benefici, in particolare dall’attesa rotta su Amsterdam”.

Nel periodo 1 gennaio – 20 giugno 2017, l’aeroporto perugino ha totalizzato 107.681 passeggeri, con una crescita del 21 per cento rispetto allo stesso periodo del 2016 (88.886) e del 27,8 per cento sul 2015 (84.620). Considerando le sole rotte già operative, per il 2’17 viene confermata la previsione di 250 mila passeggeri, che potrebbero però superare i 350 mila con le nuove rotte previste.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.