“Navigando a km zero: alla scoperta del Trasimeno”

Cibo, salute, territorio e cultura, come una vera terapia per mantenere un benessere fisico.

L’agricoltura vista da due angolazioni particolari, quella della navigazione sul Lago Trasimeno e da quello delle donne. Con queste peculiarità partirà la giornata “Navigando a Km zero: alla scoperta del Trasimeno”, organizzata da Donne Impresa Coldiretti Perugia in collaborazione con la Fondazione Assistenza Nazionale Tumori, Ant, per sabato mattina, 17 giugno, a partire dalle 10.00.
Il concetto non è nuovo far capire le eccellenza alimentari ma anche dei luoghi della regione, quale terapia per chi è stato affetto da tumore. Una giornata dove la parte importante per una volta non la farà l’orologio ma la consapevolezza di stare in un luogo incantato e gusatre cibi incantati.
“La giornata – informa Coldiretti – che inizierà con una visita al museo della pesca di S. Feliciano, prevede una gita in battello sul lago, aperitivi e degustazioni a base di eccellenze umbre, con rientro programmato per le ore 17,00. Ma soprattutto l’appuntamento sarà l’occasione per riflettere, durante la navigazione, con i produttori agricoli di Campagna Amica Coldiretti e con la biologa nutrizionista dell’ANT, su come una dieta corretta e ricca di principi nutritivi genuini come quella mediterranea (riconosciuta nel 2010 patrimonio immateriale dell’umanità dall’Unesco) possa contribuire ad un calo dell’incidenza sia delle malattie tumorali che di altre patologie”.
L’intento di Donne Impresa Coldiretti ricorda come le imprese agricole multifunzionali riescono, grazie al connubio di produzioni agricole e ambiente, a creare anche un importante trait d’union pure con le ricchezze legate all’arte e alla cultura millenaria del nostro Paese, uniche ed inimitabili nel rispetto dell’ambiente e della qualità della vita.

Marcello Guerrieri

Esercita la professione di giornalista da oltre trent’anni: ha esordito con la cronaca locale per la redazione ternana de il Messaggero, per la quale ha anche curato, per un lungo periodo, pure gli aspetti sindacali ed economici delle aziende della provincia di Terni. Collabora tuttora col giornale romano. Ha seguito sin dall’inizio, l’evoluzione dei nuovi media, curando numerosi siti come quello di “Terninrete”