Disagio psico-sociale: convegno a Perugia, ‘Il territorio oltre i luoghi di cura’

Lunedì 19 giugno, dalle 9, si parlerà di modelli di cura e disagio psico-sociale tra pubblico e privato

Lunedì 19 giugno alle ore 9, nell’Aula 1 del Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Perugia, si terrà il convegno dal titolo ‘Il territorio oltre i luoghi di cura’, ovvero modelli di cura e disagio psico-sociale tra pubblico e privato.

Ci saranno i saluti del Magnifico Rettore, Franco Moriconi, del direttore del Dipartimento di Scienze Politiche, Ambrogio Santambrogio, e dell’assessore umbro alla Sanità, Luca Barberini, poi la prima relazione di Fiorella Giacalone, coordinatrice del corso di Servizio sociale e politiche sociali, su ‘Uno sguardo sul Welfare di comunità: prime riflessioni sulla ricerca. Il punto di vista dell’antropologia”.

Interverranno anche Alessandra Pioggia, docente di Diritto sanitario e coordinatrice del corso di Scienze Politiche, del dipartimento di Scienze Politiche; Elisabetta Rossi, psichiatra responsabile della Struttura Complessa Salute Mentale Area del Perugino, Usl Umbria 1; lo psichiatra Luigi Tibaldi, responsabile del Centro di salute mentale presso l’Asl di Torino; la psicologa Francesca Ciammarughi, che si occupa di arteterapia presso Neuropsichiatria e Psicologia clinica Asl 1 di Perugia: Raffaella Pocobella, psicologa presso il Cnr; Laura Faranda, antropologa presso l’Università La Sapienza di Roma; Carla Schiaffelli e Cristina Cesena, della Scuola Agraria del Parco di Monza.

Il convegno affronterà tematiche che riguardano il rapporto tra istituzioni sanitaria e cooperative sociali nella presa in carico e cura del disagio psico-sociale. Del resto, la salute mentale richiede, oltre all’impegno dei Centri di Salute Mentale, delle strutture residenziali e dei Centri Diurni, anche un grande impegno da parte della società civile.

Verranno resi noti i risultati di una ricerca sulla presa in carico dei pazienti con disagio psichico, attraverso il rilevamento di specifiche realtà territoriali della provincia di Perugia (esperienze di residenzialità e centri diurni, come l’Udc, il Cad, l’OrtoxOrto, La Semente di Spello, La Tenda di Foligno, la Fondazione Città del Sole, la Cooperativa Fuori Gioco, il Consorzio Auriga), particolarmente innovative sul piano organizzativo e terapeutico e dove emerge la sinergia tra pubblico e privato. I nuovi approcci terapeutici, la rete dei servizi, l’affermarsi di nuove figure professionali. Questo all’interno di un rinnovato quadro della dimensione psico-sociale, che vede dialogare più reti sul territorio e non fa più riferimento ai soli servizi pubblici, sia per una riduzione dei fondi a ciò destinati, sia per una ridefinizione delle politiche sociali in questo settore.

Il Convegno e la ricerca sono finanziati dal Dipartimento di Scienze Politiche e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, con il patrocinio dell’Ordine degli assistenti sociali dell’Umbria. L’evento è accreditato dall’Ordine degli assistenti sociali dell’Umbria con sette crediti formativi.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.