I giovani agricoltori umbri e marchigiani incontrano l’informatica.

Pronta una app. Sarà presentata al convegno “Giovani agricoltori, il futuro è oggi: è arrivata l’app TerraInnova”.

Verranno usate parole “nuove”, come “informatica” e “precisione”, che in agricoltura non si erano sentite spesso. Così domani, mercoledì 25 maggio alle 10.00, a Todi, al convegno promosso dalla Coldiretti, sarà presentata un’app importante, chiamata “TerraInnova”, rivolta ai giovani che intendono avvicinarsi al settore agricolo, che, va detto, sono molto più numerosi che negli altri comparti dell’economia nazionale. L’applicazione che girerà sugli smartphone, vuole stimolare questa tendenza ed è utile per conoscere e rimanere sempre aggiornati sui prezzi dei prodotti agricoli, sulle provvidenza europee ed anche per prefigurare le proprie tendenze imprenditoriali. A Todi saranno presenti almeno duecento giovani agricoltori umbri e marchigiani insieme agli studenti del glorioso Istituto “Ciuffelli – Einaudi”.
“Vuole essere una spinta alla crescita del settore – spiega la Coldiretti – che è possibile anche grazie alle opportunità concesse dai Programmi di Sviluppo Rurale regionali cofinanziati dall’Unione Europea per iniziare l’attività ed effettuare investimenti aziendali, con le campagne che possono offrire prospettive di lavoro anche ai giovani che vogliono intraprendere l’attività agricola con idee innovative”.

All’incontro tuderte parteciperanno i presidenti di Coldiretti di Umbria e Marche, Angelo Frascarelli, docente di Economia e Politica Agraria all’Università di Perugia oltre ai giovani agricoltori guidati dai delegati regionali, Elena Tortoioli e Paolo Guglielmi,

Il convegno è organizzato nell’ambito del progetto Terra Terra (AGRI 2016-0185) ed è realizzato da Coldiretti nazionale, con il contributo finanziario della Commissione Europea e in collaborazione con Coldiretti Umbria, Coldiretti Marche e Coldiretti Giovani Impresa.

Marcello Guerrieri

Esercita la professione di giornalista da oltre trent’anni: ha esordito con la cronaca locale per la redazione ternana de il Messaggero, per la quale ha anche curato, per un lungo periodo, pure gli aspetti sindacali ed economici delle aziende della provincia di Terni. Collabora tuttora col giornale romano. Ha seguito sin dall’inizio, l’evoluzione dei nuovi media, curando numerosi siti come quello di “Terninrete”