Umbria Jazz: Catiuscia Marini alla presentazione della 44esima edizione

"In questo 2017, più di sempre, questa manifestazione deve far ripartire l'economia della nostra regione"

Catiuscia Marini, presidente della Regione Umbria, ha parlato alla presentazione della 44esima edizione di ‘Umbria Jazz’, che si è svolta nel Salone d’Onore di Palazzo Donini, a Perugia: “Affidiamo a questa edizione di Umbria Jazz un compito davvero speciale: quello di dimostrare al mondo che l’Umbria è in perfetta forma, pronta ad accogliere al meglio non soltanto tutti gli appassionati di jazz che tradizionalmente partecipano agli eventi musicali, ma anche i tanti turisti che vorranno scegliere la nostra regione”.

Il messaggio di Marini è poi proseguito così: “Umbria Jazz ci è sempre stata vicina, fin dallo scorso 24 agosto, con le sue iniziative a favore delle popolazioni colpite dal terremoto. Lo ha fatto con eventi di solidarietà e lo ha fatto con il cuore. Adesso le chiediamo uno sforzo maggiore: quello di aiutarci a far ripartire a pieno regime la nostra economia, soprattutto quella turistica, del manifatturiero, dell’enogastronomia e dell’ambiente, insieme alla cultura. Che poi sono gli assi portanti del nostro tessuto regionale e coinvolgono centinaia di piccole e medie imprese che, ormai da troppi mesi, soffrono anche a causa dei danni indiretti causati dagli eventi sismici”.

Il presidente della Regione ha lanciato un altro auspicio: “Umbria Jazz da sempre è grande ambasciatrice della nostra regione, è la manifestazione che più di ogni altra è riuscita a fare conoscere l’Umbria in tutti i continenti e dunque pensiamo che, in questo 2017, sia lo strumento migliore per poter portare di nuovo l’Umbria e le sue città all’attenzione internazionale”. Non è mancato, alla fine, un ringraziamento per il vicepresidente della Camera dei Deputati, Marina Sereni, per l’iniziativa di legge che sta portando avanti, insieme a tutti i deputati di maggioranza e di minoranza dell’Umbria, per l’inserimento di ‘Umbria Jazz’ tra le grandi manifestazioni culturali nazionali, sostenute direttamente dal ministero dei Beni Culturali.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.