‘Scienza Infusa’: a Perugia si comincia con il Dna

Iniziano domani gli appuntamenti nei caffè della città con scienziati dei vari dipartimenti dell'Ateneo

A Perugia socca l’ora di ‘Scienza Infusa’. In alcuni caffè, a maggio e giugno, proprio all’ora del tè, si svolgeranno sedici incontri informali di divulgazione scientifica. A parlare saranno scienziati di tutti i settori del sapere, scientifiche e umanistiche, in rappresentanza di tutti i dipartimenti dell’Università di Perugia.

Si inizia venerdì 5 maggio, alle 16, da ‘Umbrò’, in via Sant’Ercolano 2, con ‘Ereditare o non ereditare: questo è il dilemma. Dna e non solo…’. Relatore il professor Giuseppe Servillo, docente di Patologia generale. Prima, ci saranno gli interventi del Magnifico rettore Franco Moriconi, dei direttori dei dipartimenti dell’Ateneo e di Massimo Nafissi, delegato per la Ricerca (area umanistica).

A seguire, martedì 9 maggio, al ‘Loft Cafè’, Massimo Nafissi sarà il relatore di ‘Da prova di sopravvivenza a violenza omicida. Giovani e schiavi della kripteia spartana’. Mercoledì 10 maggio, al ‘Vivace’, Massimiliano Barchi su ‘Terremoto e tettonica attiva in Italia Centrale: cosa sappiamo e come possiamo difenderci’. Giovedì 11 maggio, di nuovo da ‘Umbrò’, David Cappelletti su ‘Cambiamenti climatici e impatti ambientali: la ricerca italiana in Artico’. Tutti gli appuntamenti inizieranno alle ore 16..

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.