Terremoto: estese indennità a lavoratori e imprenditori

Il ministero del Lavoro ha accolto alcune delle richieste effettuate da Confcommercio

Accolte almeno in parte le richieste di Confcommercio sulle indennità per i lavoratori dipendenti e per i datori di lavoro delle imprese colpite dal terremoto.

Il ministero del Lavoro ha stabilito l’indennità di una tantum di 5mila euro per imprenditori, lavoratori autonomi, professionisti, collaboratori coordinati e continuativi che operino esclusivamente o, nel caso degli agenti di commercio prevalentemente, nei comuni interessati dal sisma. Criteri che sono soddisfatti anche quando sono dati dalla somma delle attività svolte in più Comuni del perimetro. E’ possibile richiedere l’indennità una sola volta, anche quando il singolo imprenditore è titolare di più imprese.

Potranno fare la richiesta per l’indennità, proprio come chiesto dalla Confederazione delle imprese del commercio, anche i soci lavoratori di società di persone (Ss, Snc, Sas) e di società a responsabilità limitata (Srl) se iscritti alla Gestione Separata o alle Gestioni commercianti o artigiani.

L’indennità è un beneficio che è stato esteso anche ai collaboratori coordinati, tra i quali compaiono anche i collaboratori delle imprese familiari.

Per aiutare le imprese a richiedere l’indennità la Confcommercio Umbria ha attivato già da tempo un servizio di assistenza, per attivare il quale si possono trovare le indicazioni sul sito di Confcommercio Umbria.

Laura Proietti

Giornalista professionista, ho lavorato per carta stampata (quotidiani e settimanali), agenzie di stampa e siti internet. Ho esplorato la produzione della notizia in ogni sua sfaccettatura: come reporter e come addetta stampa. Ho spaziato nei settori più diversi: dalla cronaca all’enogastronomia, dalla politica all’economia, con un occhio particolare allo sport.