‘L’Immacolata Concezione’ del Sassoferrato torna a Perugia

In occasione della mostra 'Sassoferrato dal Louvre a San Pietro: la collezione riunita', dal 7 aprile all'1 ottobre 2017

Torna a Perugia ‘L’Immacolata Concezione’, il capolavoro di Giovan Battista Salvi detto il ‘Sassoferrato’. Si tratta di una pala che, nel 1812, fu prelevata dall’Abbazia benedettina di San Pietro, su ordine di Dominique Vivant-Denon, direttore del Musée ‘Napoleon’, ossia l’odierno Louvre, e da allora sempre rimasta in Francia.

La tela torna in Italia per la mostra ‘Sassoferrato dal Louvre a San Pietro: la collezione riunita’, che la Fondazione per l’Istruzione Agraria di Perugia (Fia), presieduta dal Rettore dell’Università degli Studi di Perugia, inaugura il prossimo 7 aprile alla Galleria ‘Tesori d’Arte’ del complessino benedettino di San Pietro. Mostra che rimarrà aperta fino all’1 ottobre 2017 e che si richiamerà tantissimi appassionati d’arte.

A presentare l’iniziativa, in una conferenza stampa ad hoc nella stessa Galleria, venerdì 24 marzo ci saranno Franco Moriconi, presidente della Fia, l’assessore regionale alla Cultura, Fernanda Cecchini, l’assessore alla Cultura del Comune di Perugia, Teresa Severini, il segretario generale della Fondazione Cassa di Risparmio Perugia, Fabrizio Stazi, i curatori Cristina Galassi e Vittorio Sgarbi.

La mostra è organizzata dalla Fondazione per l’Istruzione Agraria, dall’Università degli Studi di Perugia e dalla Regione Umbria, con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio e della Regione e con il patrocinio del Comune di Perugia.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.