Microsoft nel mercato degli smartphone

Forse sarà un prodotto rivoluzionario?

Apple, Samsung, Huawei, Nokia. E tanti altri. È una guerra senza esclusioni di colpi quella che vede in campo le più grandi aziende del mondo nella produzione di smartphone e tablet. Microsoft ha un piano per rilanciarsi, a detta del suo Ceo Satya Nadella, che in un’intervista ha dichiarato come l’approccio sarà diverso rispetto a quello sperimentato finora.

Non ha infatti senso, secondo il numero uno di Microsoft, rincorrere i leader di mercato con cellulari all’avanguardia, ma che si esauriscono nel giro di due, tre anni, rimpiazzati da modelli più potenti. L’idea di fondo dovrebbe essere invece quella di presentare un prodotto nuovo, unico nel suo genere, uno smartphone dove far funzionare i software scritti per il pc. In pratica un computer portatile di dimensioni ridotte più che uno smartphone con tante app.

Il problema di un eventuale Surface Phone è l’utilizzo di processori molti potenti, per cui alcuni esperti ipotizzano che un’eventuale lancio sul mercato di un prodotto simile non avverrà prima del 2018. Secondo altre voci di corridoio invece Microsoft si starebbe più concentrando sulla fornitura di servizi, in modo da divenire partner, ma non direttamente produttore di smartphone.

Le parole di Satya Nadella d’altronde non chiariscono la strategia futura: “Continueremo a stare nel mercato smartphone, non in quello definito dagli attuali leader del mercato, ma da ciò che soltanto noi possiamo realizzare: il dispositivo mobile definitivo”.

Redazione