Cotogni Sport, quando la passione è una questione di famiglia

La gestione del negozio di articoli sportivi specializzato in tennis e sci è passato dal papà Paolo alle figlie Annalisa e Valeria. Una storia lunga quasi 50 anni, fatta di competenza e attenzione per il cliente

Attività, aziende, imprese, tutto può essere ceduto e passato di mano, basta andare da un notaio e registrare il passaggio. Ma la passione per il proprio lavoro, quella no, non si può trasmettere con un atto formale. E’ necessario che ci sia lo stesso spirito, la stessa cura e attenzione ai dettagli da entrambe le parti. Proprio come è successo per il negozio di sport Cotogni a Terni.

Aperto dal papà Paolo quasi 50 anni fa, oggi è passato in gestione alle figlie Annalisa e Valeria. Loro stesse amano definirsi consulenti, prima ancora che negozianti: varcare la soglia del negozio significa entrare in un mondo in cui il cliente è consigliato e guidato passo dopo passo nelle sue scelte e in cui, insieme agli articoli, si vendono competenza ed esperienza.

«E’ proprio qui che offriamo qualcosa in più rispetto alla grande distribuzione – spiega Valeria – perché va spiegato quello che si vende. Altrimenti il rischio è di associare il prezzo al marchio, e non alla qualità del prodotto»

E’ per questo motivo che intere generazioni di sportivi si sono affidate a loro per fare i propri acquisti. Cotogni Sport è diventato il punto di riferimento per chi pratica tennis, sci, trekking e altre discipline outdoor, conquistandosi la reputazione di affidabilità e competenza che tuttora, dopo tanti anni, la contraddistingue. Tutto questo grazie al vasto assortimento dei migliori brend sul mercato: Australian, Dainese, Wilson, Asics, marche che garantiscono prestazioni elevate. Dall’abbigliamento tecnico a racchette, scarponi, tute, scarpe, il negozio fornisce i migliori articoli per i propri clienti. Clienti esigenti, che vogliono il meglio di quanto offre il mercato, e che sanno di trovarlo quando entrano nello store di via Pacinotti.

«Il gene sportivo ce lo ha trasmesso nostro padre – racconta Valeria – siamo cresciute in mezzo allo sport e noi stesse abbiamo praticato diverse discipline, proprio come lui». Una famiglia sportiva, dunque, che ha portato nel negozio a Terni tutta l’esperienza e la competenza accumulata, è proprio il caso di dirlo, sul campo.

Tutto inizia con la carriera di Paolo Cotogni, che nei primi anni ’60, a soli 19 anni, diventa maestro di tennis ed inizia a girare i campi italiani (principalmente in terra rossa) per insegnare la tecnica di questo sport. Dopo qualche anno, l’intuizione di aprire un’attività tutta propria in cui mettere a disposizione dei clienti gli strumenti per praticare la disciplina e la competenza per aiutarli a scegliere l’attrezzatura migliore. Oltre al tennis, sin da subito Paolo ospita nel suo negozio tutto il necessario per lo sci, altro sport considerato “di nicchia” e che necessita di una strumentazione molto particolare.

Dopo i primi anni a Narni (dal 1970 al 1975), il negozio si trasferisce in una delle vie principali di Terni, a due passi da piazza Tacito. Il motivo del successo e della longevità di Cotogni Sport non sta, come detto, soltanto nell’offerta e nella qualità dei prodotti venduti, ma anche in quello che i clienti trovano all’interno del negozio: sorriso, cortesia, disponibilità. «Da noi c’è sempre tempo per una chiacchierata, per scambiare qualche opinione, per sentirsi a proprio agio – spiega Annalisa – per noi vendere non ha mai significato soltanto dare al cliente il suo paio di scarpe o la sua racchetta, ma significa anche farlo sentire a proprio agio».

Tempo per parlare e per spiegare le caratteristiche fondamentali di quello che si va ad acquistare, aggiunge Paolo: «Uno scarpone da sci, ad esempio, è un prodotto molto particolare, è necessario capire non solo quale calza meglio, ma anche quale è più adatto per il tipo di sportivo che ci troviamo davanti. Sono molti i fattori, a cominciare dall’esperienza nella pratica della disciplina. Ci può volere anche più di un’ora, e nel prezzo è compresa una consulenza tecnica figlia della nostra esperienza nel settore». Stesso discorso vale per il tennis («non ha senso che una persona che ha appena cominciato a giocare compri una racchetta iper-tecnologica. Sta a noi indirizzarlo verso ciò di cui ha veramente bisogno») e per tutti gli altri sport.

Serietà e competenza, ecco quello che offre Cotogni sport. Qualità che da sempre gli vengono riconosciute dai tanti clienti ormai fidelizzati, «quasi l’80% di chi viene da noi» spiega Valeria. Un attaccamento che ha resistito anche all’arrivo delle grandi catene di abbigliamento sportivo, capaci di offrire prodotti a prezzi molto bassi. Altri negozi simili quello della famiglia Cotogni hanno accusato il colpo, perdendo clienti e giro d’affari. Il loro, al contrario, ha continuato a fare il proprio lavoro, mantenendo sempre alta la qualità della propria offerta continuando ad affidarsi ai migliori marchi del settore, «quelli che conosciamo e di cui ci fidiamo».

Una “sfida”, quella con la grande distribuzione, che sembrano aver vinto, come spiega Annalisa: «Sembra paradossale, ma in qualche modo questo boom di negozi sportivi ci ha dato una mano, perché i clienti hanno cominciato a vedere la differenza nella qualità dei nostri marchi, a capire che se vengono da noi la differenza poi se la ritrovano quando vanno a giocare o a sciare». Quasi 50 anni di esperienza che fanno la differenza e che danno la garanzia di uscire dal negozio con un prodotto di altissima qualità.

 

SCOPRI DI PIÙ

Leggi anche «Vendere significa capire cosa vuole il cliente, indirizzarlo, ragionare insieme sulla scelta migliore per le sue esigenze».

Leggi l’approfondimento ANSA Cotogni Sport, il punto di riferimento per gli sportivi ternani che amano sci e tennis

Visita il sito  Cotogni Sport

Redazione

Corriere dell’Economia è il portale informativo che ospita articoli di interesse settoriale e territoriale per operatori economici, enti e istituzioni che desiderano comunicare ai loro pubblici i contenuti inerenti la propria attività e organizzazione.