La Adecco assume più di tutti in Italia

La flessibilità fa crescere le domande di "recruitment"

Spetta alla multinazionale svizzera Adecco, specializzata nei servizi per le aziende e nella intermediazione del lavoro, il primato in Italia per numero di assunti nel 2015. Come pubblicizzato anche dall’azienda nel suo sito, nell’anno passato sono state assunte 5.000 persone con contratti a tempo indeterminato (tramite il Jobs Act del governo Renzi). La maggioranza invece, oltre 160.000 lavoratori, è impegnata per l’azienda, che ha al momento 400 filiali in tutta Italia, con contratti di lavoro temporanei.

Adecco, ormai leader da diversi anni nell’ambito delle risorse umane e della ricollocazione professionale a diversi livelli (dalle posizioni base ai ruoli dirigenziali), ha intermediato nel 2015 circa il 30% dei rapporti di lavoro (contratti di lavoro in somministrazione) che passano per le agenzie del lavoro. Cercare (e trovare) lavoro tramite queste aziende specializzate è diventata una prassi, soprattutto per i giovani freschi di laurea e desiderosi di mettere piede nel mercato del lavoro.

Le posizioni lavorative interne ad Adecco riguardano perlopiù l’area Industrial (produzione) e l’area Office (figure impiegatizie). In entrambi i casi si tratta di accrescere il core business dell’azienda: ricercare e selezionare candidati adatti a determinate aziende che affidano ad Adecco questo compito.

È facile immaginare, con una sempre maggiore flessibilità del mercato del lavoro, che comporta una carriera lavorativa spesso frammentata e comunque trascorsa in diverse aziende, che l’Adecco e gli altri concorrenti avranno sempre più lavoro e committenti nei prossimi anni. Il lavoro passerà per l’intermediazione del lavoro.

Redazione