Russia, è crisi

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=Kv6IoFhLdfM[/youtube]

I prezzi del petrolio ai minimi fermano l’economia russa. Nel 2015, il Prodotto interno lordo ha perso il 3,7%, l’inflazione è salita al 13% a causa della debolezza del rublo e delle sanzioni. Conseguenza è l’indebolimento del potere di acquisto da parte delle famiglie.

Sberbank parla di un 70% di consumatori che è passata all’acquisto di prodotti più economici. Le vendite al dettaglio si sono ridotte del 10% rispetto all’anno scorso, i viaggi all’estero addirittura del 30%. Il presidente Vladimir Putin lancia appelli alla calma: “Il peggio è passato”, ma intanto il 39% delle famiglie (contro il 22% del 2014) riesce a guadagnare ciò che basta per sfamarsi.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.