AIIB, sfida aperta a Fmi e Banca Mondiale

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=Z9s3wAhM7Dg[/youtube]

La Cina sfida il mondo finanziario occidentale. Con una vera e propria cerimonia, svoltasi a Pechino, il presidente Xi Jinping, ha infatti inaugurato la Banca asiatica per le infrastrutture e gli investimenti (AIIB), creata nell’ottobre del 2014 con lo scopo di fare concorrenza ed entrare in competizione con la Banca mondiale e il Fondo Monetario internazionale.

L’AIIB si candida, una volta a regime, a essere la regina degli investimenti nei Paesi ancora con un grosso potenziale di sviluppo, soprattutto nell’area del Pacifico. Sono 57 gli Stati fondatori e tra questi c’è anche l’Italia. La Banca può contare su circa 91 miliardi di euro. La Cina detiene il 30 per cento del capitale, seguita da India e Russia.

Alessandro Pignatelli

Giornalista professionista e scrittore, amante della carta stampata come del mondo digitale. Ho lavorato per agenzie stampa e siti internet, imparando nel mio percorso professionale a essere tempestivo, preciso, ma anche ad approfondire con vere e proprie inchieste. Con i new media e i social, ho inserito nel mio curriculum anche concetti come SEO, keyword, motori di ricerca, posizionamento.