Settimana bianca: dove si spende meno

La classica settimana bianca è un piacere per gli amanti della montagna. Con il prossimo arrivo della stagione invernale, saranno migliaia gli italiani che occuperanno le piste da sci delle Alpi e degli Appennini. Alcuni andranno persino all’estero; ed è proprio lì che conviene andare.

Una ricerca commissionata da TripAdvisor in collaborazione con l’istituto Ipsos svela le mete di montagna più economiche per il nostro portafoglio. In realtà sono state analizzate solo 42 destinazioni in tutta Europa, ma la ricerca comparativa per prezzi (del soggiorno, dello skipass, del noleggio delle attrezzature, del costo medio di una cena) è utile a comprendere alcuni fenomeni.

Il primo tra tutti è che l’Europa dell’Est si conferma la meta più economica in assoluto. Se volete risparmiare e godervi comunque un soggiorno invernale tra le vette innevate, andate a Bansko in Bulgaria, a Sochi in Russia o a Kranjska Gora in Slovenia. Il costo del viaggio e le ore di volo saranno abbondantemente recuperati da una settimana piena di divertimento e soprattutto low cost.

È stato calcolato che una settimana per 4 persone (comprensiva di tutto) costa in Bulgaria circa 1.800 euro. Una cifra ben lontana dagli oltre 5.000 euro che si pagano in Svizzera, con punte oltre i 6.000. E in Italia?

Le località sciistiche italiane si collocano in questa speciale classifica a metà. Vuol dire che non sono tra le più costose ma nemmeno tra le più economiche. Tra le località che spiccano per convenienza (ma la ricerca riguarda un campione ristretto) Livigno e Madonna di Campiglio.

Comunque, se un occhio al portafoglio dovete darlo, ma non vi volete privare del piacere di sciare e di respirare l’aria di montagna, provate a prenotare una settimana bianca nell’Europa dell’Est. Non ne rimarrete delusi e potrete dire di aver fatto una vacanza sugli sci “alternativa”.

 

Redazione

Corriere dell’Economia è il portale informativo che ospita articoli di interesse settoriale e territoriale per operatori economici, enti e istituzioni che desiderano comunicare ai loro pubblici i contenuti inerenti la propria attività e organizzazione.