Voli ipersonici, futuro prossimo

Viaggi ipersonici. Presto potrebbero essere una realtà grazie all’investimento del colosso britannico BAE Systems, che intende impegnare 20,6 milioni di sterline in una quota del 20% della società inglese Reaction Engines. Tale società sta lavorando a una rivoluzionaria tecnologia del motore aerospaziale, la quale nel giro di due decenni potrebbe cambiare i veicoli spaziali ma anche il trasporto aereo.

Con tale tecnologia, che unisce quella a getto con quella a razzi, potrebbe essere realizzabile un aereo spaziale che decolla ed atterra. Inoltre, grazie all’utilizzo dell’ossigeno atmosferico per la propulsione, non saranno più necessarie riserve importanti di carburante a bordo.

Laura Proietti

Giornalista professionista, ho lavorato per carta stampata (quotidiani e settimanali), agenzie di stampa e siti internet. Ho esplorato la produzione della notizia in ogni sua sfaccettatura: come reporter e come addetta stampa. Ho spaziato nei settori più diversi: dalla cronaca all’enogastronomia, dalla politica all’economia, con un occhio particolare allo sport.